WUNDERKAMMER personale di MAD Gianni Colangelo



Giovedì 24 marzo, alle ore 18,00, il Laboratorio d’arte MAW inaugura la mostra dedicata alle sculture meccaniche di Gianni Colangelo, alias MAD, artista abruzzese fra i più interessanti della giovane scena contemporanea. WUNDERKAMMER è il titolo dell’evento espositivo che presenta una selezione di oltre 15 opere sui temi e i soggetti indagati dall’autore attraverso un personale lavoro creativo basato sulla tecnica dell’assemblaggio di metallo riciclato. Nate da un immaginario allo stesso tempo fantastico e molto attuale, le sculture e le installazioni di Colangelo MAD sono l’espressione di un’inedita poetica della memoria formulata con l’uso “altro” di oggetti ferrosi di scarto provenienti dal lavoro e dalle tradizioni della propria terra, nel tentativo continuo di imitare le forme della natura, eterna ossessione dell’arte. “Eclettici e surreali, mossi da un bisogno inesauribile di “meraviglioso” – scrive Italia Gualtieri nel testo critico che presenta la mostra – gli ammassi metallici saldati e lisciati dal genio vigoroso del giovane ecoartista danno vita a sorprendenti artefatti dove le tracce di un fare antico e di moderne fatiche trasfigurano in forme e capricci dell’anima”. Così i teschi delle “Anatomie meccaniche”, cloni metallici di altrettanti scheletri animali che parlano del perpetuo dualismo naturale/artificiale; e, ancora, le opere cinetiche come “La Morte”, “Macchina infernale”, “L’ultima Cena”, sculture integrate con parti elettromeccaniche e di interazione che alla forte capacità sperimentativa intrecciano il rimando alle tematiche prime dell’esistenza; così, infine, la serie recente delle “Sindoni”, singolare tributo alle cose eliminate, di cui le indelebili impronte vogliono fissarsi negli occhi e al ricordo. “Una sorta di ‘wunderkammer’ l’arte di MAD – conclude Italia Gualtieri – una contemporanea ‘camera delle meraviglie’ abitata dalle figure e dagli oggetti più disparati, che celebra il suo tema portante con potente e divertito senso della forma e della creazione”. La mostra sarà aperta fino a giovedì 31 marzo (chiusura la mattina del 27 e il lunedì 28 marzo).

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon