iLove -​ After party



PROSEGUONO GLI APPUNTAMENTI A MARE CULTURALE URBANO PER “DOPO ANDIAMO AL MARE?” 2016 DEDICATI ALLO SPETTACOLO DAL VIVO:

SPAZIO ALLA DANZA CONTEMPORANEA CON FATTORIA VITTADINI (MARTEDÌ 30 AGOSTO), IL COLLETTIVO POETIC PUNKERS (MARTEDÌ 6 SETTEMBRE) E IL WORKSHOP CONDOTTO DA NATALIA VALLEBONA (DAL 2 AL 4 SETTEMBRE)


iLove - martedì 30 agosto, ore 21.30 After party - martedì 6 settembre, ore 21.30 Il corpo poetico - workshop di floorwork e danza contemporanea, 2 > 4 settembre dalle ore 10.00 alle ore 13.00, condotto da Natalia Vallebona mare culturale urbano - via Giuseppe Gabetti 15, Milano

Proseguono gli appuntamenti con lo spettacolo dal vivo per la rassegna estiva “dopo andiamo al mare?” 2016 di mare culturale urbano, organizzati in collaborazione con C.LA.P.Spettacolodalvivo. Due martedì saranno dedicati alla danza contemporanea, con la performance di Fattoria Vittadini martedì 30 agosto e quella del collettivo Poetic Punkers martedì 6 settembre (entrambe alle ore 21.30) e il workshop di floorwork condotto da Natalia Vallebona dal 2 al 4 settembre (la mattina).

Martedì 30 agosto alle ore 21.30 salirà sul palco allestito all’aperto nel cortile di mare in via Giuseppe Gabetti 15 la compagnia di danza contemporanea Fattoria Vittadini, con lo spettacolo “iLove”, un duetto d’amore al maschile ideato, diretto e danzato da Cesare Benedetti e Riccardo Olivier, con la direzione tecnica di Giulia Pastore. In scena due individui si ritrovano a condividere lo stesso spazio: si studiano, si presentano, provano a esporsi, cercano loro stessi, la loro relazione, interrogandosi su cosa significhi essere “uomo”, “mascolino”, “maschile”, “macho”, etichette con cui giocare, da indossare, tra pose plastiche, pubblicitarie, esibite, ostentate. Cesare Benedetti e Riccardo Olivier hanno iniziato la creazione di questo duetto autobiografico quando ancora erano una coppia e lo hanno portato avanti nel tempo (anche se il loro rapporto d’amore si è interrotto), continuando a indagare se stessi, i propri errori, i propri limiti, da superare… oppure no. Fattoria Vittadini nasce a Milano nel 2009 dalla volontà degli undici allievi del corso dell’allora Atelier di Teatro-Danza della Scuola Paolo Grassi di continuare insieme il percorso iniziato. Gruppo estremamente eterogeneo e versatile, nel tempo ha collaborato con importanti artisti internazionali, tra cui Lucinda Childs, Yasmeen Godder, Ariella Vidach, Virgilio Sieni, Alessandro Certini, Emanuela Tagliavia, Jean Claude Penchenat, Maria Consagra, matanicola e Maya Carrol, senza perdere di vista la propria personale ricerca e poetica, partecipando a manifestazioni e festival nazionali e internazionali (tra gli altri, Biennale Danza, Torino Danza, MilanOltre, Roma Europa, Ravenna Festival, Fabbrica Europa, A-Genre Festival, Un Automne a Tisser, Diversia Festival, Fringe Festival). Nel 2011 entra come partner attivo in RIC.CI – Reconstruction Italian Choreography 1980-1990, progetto di recupero della coreografia contemporanea italiana ideato da Marinella Guatterini. Dal 2012 la compagnia è sostenuta dal Comune di Milano e dal 2014 dal MiBACT – Direzione Spettacolo dal Vivo. Fattoria Vittadini è composta da Mattia Agatiello, Chiara Ameglio, Cesare Benedetti, Noemi Bresciani, Pieradolfo Ciulli, Maura Di Vietri, Gabriele Marra, Riccardo Olivier, Francesca Penzo, Maria Giulia Serantoni, Vilma Trevisan.

Il martedì seguente, 6 settembre, sempre alle ore 21.30, andrà in scena il collettivo Poetic Punkers, diretto da Natalia Vallebona, con la performance “After party - a point of view about the decadence of contemporary woman”, creazione che indaga la condizione femminile, il decadimento fisico e quello emotivo, interrogandosi su quale sia il limite tra la scelta individuale e la rincorsa di modelli fisici imposti dalla società contemporanea. L’ideazione e la coreografia sono di Natalia Vallebona; in scena tre danzatrici, Judith Arazi, Chloé Bellevaire, Laura Desideri, con le musiche originali di Davide Ravasio (una produzione Collettivo Poetic Punkers, con Parts – Brussels, CND Patin – Paris, Sign Six­ – Brussels, Centro produzione Dialma Ruggiero­ – La Spezia, Bhyyr – ­Brussels, Teatro della Tosse­ – Genova, Balletto Civile). “After party” si configura come un viaggio (tappa di una trilogia di creazioni) in cui le tre danzatrici conducono il pubblico attraverso la propria “sfioritura”, cercando, ciascuna a suo modo, di resistere al momento in cui lentamente crollano le convinzioni sul proprio ruolo e sul proprio aspetto, il momento in cui ci si rende conto di portare su di sé i segni indelebili di quello che è trascorso, come dopo una nottata di festeggiamenti. Il risultato é l’esposizione in scena di corpi che non riescono più nascondere i segni della propria esperienza, che diventano fragili, si “lasciano cadere”, e attuano una resistenza, la stessa che compiono moltissime donne quotidianamente per scacciare le tracce del proprio invecchiamento. Contestualmente allo spettacolo nei giorni precedenti, venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 settembre 2016, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, Natalia Vallebona condurrà il workshop Il corpo poetico, incentrato sulla tecnica del “floorwork” che combina la forza della breakdance con la fluidità e le pratiche della danza contemporanea, base della sua poetica scenica. Per iscrizioni e informazioni è possibile scrivere a nataliavallebona@hotmail.it. Il costo è di € 60,00; il numero massimo di partecipanti è 15. Natalia Vallebona, danzatrice italiana da anni impegnata all’estero in una personale ricerca fisica e direttrice artistica del collettivo nomade Poetic Punkers condurrà i/le partecipanti attraverso gli elementi fondamentali della sua pratica, che ricerca la tensione e l’incontro tra potenza, animalità e fragilità, umanità. Il lavoro partirà dal suolo, indagando le basi tecniche della disciplina, per arrivare progressivamente ad uno studio più complesso della mappatura fisica e accedere a sequenze più articolate, con verticalismi, scivolamenti, cadute e virtuosismi.

INFORMAZIONI E BIGLIETTI Biglietti - intero € 5,00; ridotto € 4,50 (under 14 e over 65); apertura cassa ore 20.45 I biglietti sono in vendita tutti i giorni presso l’info point di mare e online al sito maremilano.org Per info: info@maremilano.org facebook, linkedin: mare culturale urbano - twitter, instagram: maremilano


CONTATTI STAMPA

Giulia Guiducci, cell. 328/4756279, giulia.guiducci@maremilano.org


dopo andiamo al mare? 2016

di mare culturale urbano

in collaborazione con donpasta, Landscape Choreography, Cohabitation Strategies, Il Visionario, C.L.A.P. Spettacolo dal vivo, Cernusco Jazz, Milano Tango e culture, Claudio Merli, Contaminafro 2016

si ringraziano Altra Economia s.r.l., Badeggs, Bar Mario di Figino, Creative Industries Lab. - Politecnico di Milano (Dip. di Design), Domo Nostra, Exotique, GAS di Quarto Cagnino, Genitori Calasanzio (Concilia Milano), Il Postrivoro, Le Mariette di CasaArtusi, Mondo Donna, Ass. Mo 'O Me Ndama, Movieday, Officina Gabetti 15, Naby Eco Camara, Orti di San Carlo, Sapori Reclusi, Studio Azzurro, Vivere San Siro

con il sostegno di Yamaha, IB Italia, Food Partners

la partecipazione di MilanoVino, Tractus s.r.l.

e di Cantine Le Grotte, Cantine L’Acino, Cantine Cincinnato, Consorzio Fiuli, Peccati di Gola, Veneta Cucine

media partners Left, Zero, Radio Popolare, Altreconomia

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon