I GIOVEDÌ DELLA VILLA | #18



I GIOVEDÌ DEI PIÙ GIOVANI


ore 12-13 Fotografare le star

Incontro con il fotografo Julian Hargreaves

su prenotazione


I GIOVEDÌ DELLA VILLA | #18


ore 18 Muriel Mayette-Holtz, direttrice Villa Medici,

incontra le istituzioni per gli auguri di buon anno alla città


ore 19 Julian Hargreaves Inaugurazione mostra fotografica

ore 20.30 Philippe Daverio e Nicola Spinosa

Materia italica: in margine della mostra di Domenico Spinosa

Incontro

Diretta FB: https://www.facebook.com/VillaMedici.VillaMedicis

#giovedìdellavilla, #jeudisdelavilla

Live tweet #18giovedì

ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili


Fotografia e pittura sono al centro de I Giovedì della Villa il 12 gennaio a Villa Medici, con ospiti d’eccezione. Si parte alle 19 con l’inaugurazione della mostra del celebre fotografo Julian Hargreaves, che per l’occasione presenta i ritratti dei borsisti dell’Accademia di Francia a Roma; alle 20.30 Philippe Daverio e Nicola Spinosa propongono un affascinante percorso a ritroso sulla pittura in Italia dal Cinquecento al Novecento. Punto di partenza è l’opera dell’artista Domenico Spinosa (Napoli, 1916 - 2007), padre di Nicola, oggetto della mostra Domenica Spinosa, Cento anni dopo allestita al Museo Pignatelli di Napoli. A precedere questi appuntamenti, alle ore 18, gli auguri di buon anno della direttrice Muriel Mayette-Holtz rivolti a tutta la città e alle istituzioni.


Il 12 gennaio iniziano inoltre I Giovedì dei più giovani, una delle novità proposte dall’Accademia francese per il 2017. Come annunciato a dicembre, Villa Medici apre gratuitamente le porte a studenti di ogni età, italiani, francesi e internazionali, che avranno l’occasione unica di scoprire e conoscere i mestieri dell’arte attraverso atelier interattivi con grandi artisti e ricercatori. Protagonista del primo appuntamento è Julian Hargreaves, con l’incontro Fotografare le star. Per informazioni e prenotazioni scrivere a didattica@villamedici.it.



Ore 19. Il fotografo di fama internazionale Julian Hargreaves ha realizzato per l’Accademia di Francia a Roma i ritratti dei quindici borsisti dell’attuale promozione 2016-2017. Opere uniche che saranno esposte per tutto l’anno nella Sala zero, antistante all’ex Cisterna, permettendo ai visitatori di conoscere gli artisti e i ricercatori in residenza a Villa Medici, attraverso lo sguardo di un altro artista.


Ore 20.30. La materia è l’elemento fondante della pittura e, più in generale, dell’arte tutta. In ogni caso, la definizione di “arte materica” nei testi di storia dell’arte moderna e contemporanea allude in particolare alla corposa pittura di quell’arte “destrutturata” che Michel Tapié chiamò Art Informel. La tendenza, diffusasi in tutta Europa nel secondo dopoguerra, trovò a Napoli un suo protagonista in Domenico Spinosa, di cui si ricorda in questi giorni il centenario dalla nascita con la pubblicazione di una monografia edita da Skira e con una mostra presentata a Napoli presso il Museo di Villa Pignatelli e presso altre sedi museali della sua città natale.

In relazione a queste iniziative, la domanda su cui ci si interroga è: l’arte materica nasce davvero solo nel secondo dopoguerra?

Philippe Daverio e Nicola Spinosa cercano di rispondere al quesito ripercorrendo le tappe della carriera artistica di Domenico Spinosa e confrontandolo con altri protagonisti della pittura in Europa negli stessi anni. Ne nasce un avvincente excursus sulla pittura in Italia dal Cinque al Novecento definibile, per questa sua peculiarità, come “materia italica”.