I GIOVEDÌ DELLA VILLA | #24




23 febbraio 2017

ore 19 e ore 20


I GIOVEDÌ DELLA VILLA | #24


Gli Slittamenti artistici dell’artista Kenny Dunkan -

e

La creatività come un respiro, incontro con gli scrittori Jean Teulé e Claude Sérillon,

letture di Muriel Mayette-Holtz



Diretta FB: https://www.facebook.com/VillaMedici.VillaMedicis

#giovedìdellavilla, #jeudisdelavilla

Live tweet #24giovedì


ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili

incontri in italiano e francese con traduzione simultanea



Arte contemporanea e letteratura per I Giovedì della Villa il 23 febbraio a Villa Medici. Giovane artista in residenza all’Accademia di Francia a Roma, Kenny Dunkan coinvolgerà il pubblico nei suoi slittamenti artistici tra storia e arte, e il simbolismo della stessa Villa Medici, mentre due autentiche star della scena intellettuale d’oltralpe, l’eclettico romanziere Jean Teulé e Claude Sérillon, poeta, scrittore e giornalista, discuteranno del processo creativo nella scrittura assieme alla direttrice di Villa Medici Muriel Mayette-Holtz, la quale porterà il pubblico nel vivo dell’universo letterario con la lettura di brani dei due scrittori.


Ventinove anni, originario del Guadalupe, Kenny Dunkan ha fatto del folclore e delle tradizioni popolari il fulcro della sua ricerca artistica, esplicitata in oggetti e sculture ibride, fra artigianato e design, ispirate alle stravaganti parate carnevalesche del suo paese. Nel suo lavoro Dunkan affronta, con sensibilità e leggerezza, temi riguardanti il post-colonialismo e ancora oggi considerati tabù, in particolare la complessità dell’identità creola nel processo di globalizzazione. A Villa Medici l’artista esporrà una serie di lavori realizzati con tecnologie multimediali sovrapposte a tecniche artigianali e industriali, spaziando tra eredità culturale e tradizioni. Una molteplicità di media e di riferimenti per confondere le piste, creare “slittamenti” tra le tematiche affrontate, e ancorarsi allo spirito del tempo.

Kenny Dunkan si è diplomato all’École nationale supérieure des arts appliqués et des métiers d'art Olivier de Serres, poi all’École nationale supérieure des arts décoratifs a Parigi con lode. Nel 2015 è selezionato al Salon de Montrouge dove si aggiudica il premio dell’ADAGP per le Arti plastiche.


Spesso ai vertici delle classifiche francesi con i suoi libri - tra i più celebri Les lois de la gravité (2003), Le magasin des suicides (2007) e Le Montespan (2008) - a Villa Medici Jean Teulé presenta i suoi nuovi racconti, raccolti sotto il titolo Comme une respiration (edito in Francia da Juillard). Quaranta brevi storie, nelle quali Teulé fa emergere lo straordinario nella vita delle persone comuni, a volte allegre a volte depresse ma capaci di tutto, grazie allo humor nero di cui ha fatto la sua cifra, e con un lieto fine garantito per tutte. Teulé inizia la sua carriera come fumettista. Le sue opere figurative, in stile punk-rock, sono caratterizzate dall’insofferenza per i luoghi comuni e da un personalissimo senso della tragedia. Inizia a scrivere su consiglio di Élisabeth Gille, direttore editoriale di Julliard, entusiasta delle sue apparizioni in TV. A Villa Medici, Teulé sarà impegnato nella conferenza La creatività come il respiro assieme a Claude Sérillon, scrittore e giornalista televisivo, celebre per la sua scrittura raffinata e uno sguardo disincantato sulla vita pubblica francese. Sérillon ha inziato l’attività giornalistica nel 1970, quando era ancora studente universitario. Il suo ultimo romanzo è La Conversation, scritto contemporaneamente alle 36 poesie raccolte nel volume Vers à moi (entrambi i libri sono pubblicati da Éditions Cent Mille Milliards). Alcune di esse saranno lette a Villa Medici dalla direttrice Muriel Mayette-Holtz, che ha invitato lo scrittore ai Giovedì della Villa per festeggiare l’uscita del suo primo libro di versi.


Nel mese di marzo, gli appuntamenti con i borsisti nell’ambito de I Giovedì della Villa continuano con Olivier Kosta-Théfaine, artista visivo, e il musicista Benjamin Attahir (2 marzo); Eva Jospin, artista visiva, e Alvise Sinivia, musicista e danzatore (9 marzo); i fotografi Simon Brodbeck e Lucie de Barbuat (16 marzo); Lucia Piccioni, storica dell’arte (23 marzo), che renderà omaggio al grande maestro Jannis Kounellis, recentemente scomparso, che avrebbe dovuto dialogare con lei in questa occasione.



Accademia di Francia a Roma - Villa Medici

viale Trinità dei Monti, 1 - 00187 Roma

T +39 06 67611 www.villamedici.it




Ufficio stampa Accademia di Francia a Roma – Villa Medici | Italia

Marta Colombo - Email martacolombo@gmail.com - Mob. +39 340 34 42 805

Francesca Venuto - Email francescavenuto.f@gmail.com - Mob. +39 349 57 80 211


Ufficio stampa Accademia di Francia a Roma – Villa Medici | Francia

Isabelle Baragan / Babel Communication

E-mail isabellebaragan@orange.fr Mob. +33 (0)6 71 65 32 36



Tag:

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon