I Giovedì della Villa: Wilhelm SASNAL - Incontro con ORLAN - Danzando con un’étoile dell’Opéra di Pa



I Giovedì della Villa | 14 dicembre


ore 17 ART CLUB #20: Wilhelm SASNAL

proiezione e incontro con l’artista (ore 18.30)

a cura di Pier Paolo PANCOTTO


ore 19 Femme avec Tête(s)

Incontro con ORLAN

in collaborazione con il MACRO


ore 20.30 Danzando con un’étoile dell’Opéra di Parigi

Incontro danzante con Marie-Agnès GILLOT


Accademia di Francia a Roma - Villa Medici


Incontri in francese con traduzione simultanea - Ingresso libero nel limite dei posti disponibili



Tre appuntamenti con ospiti d’eccezione, dal mondo dell’arte contemporanea a quello della danza, attendono il pubblico il 14 dicembre a Villa Medici, per il ciclo I Giovedì della Villa, ideato dalla direttrice Muriel Mayette-Holtz e curato da Cristiano Leone.

Per la rassegna Art Club, a cura di Pier Paolo Pancotto, alle ore 17 verrà proiettato il film The Sun, the Sun Blinded Me di Wilhelm Sasnal (Tarnów, 1972; vive e lavora a Cracovia), tra i pittori più rappresentativi della sua generazione; seguirà, alle 18.30, l’incontro con l’artista e il curatore.

Femme avec Tête(s) è il titolo dell’atteso incontro, alle ore 19, con ORLAN, artista francese riconosciuta come una delle figure più controverse e significative del panorama internazionale odierno; l’evento è realizzato in collaborazione con il MACRO - Museo d'Arte Contemporanea di Roma. Alle 20.30, si avrà l’occasione straordinaria non solo di assistere all’incontro, ma di vedere danzare Marie-Agnès Gillot, l’étoile de l’Opéra de Paris, insieme a Vincent Chaillet, danzatore de l’Opéra de Paris.


Ore 17. Art Club #20, Wilhelm Sasnal. Da oltre un decennio Wilhelm Sasnal sviluppa la propria ricerca creativa – oltre che nel campo della fotografia e della pittura, prendendo spunti dalla musica, dal cinema, dalla politica, dall’attualità – anche in campo cinematografico. The Sun, the Sun Blinded Me (2016) ne è la prova più recente. Realizzato assieme ad Anka Sasnal, il film si ispira a Lo straniero di Albert Camus reinterpretandone, con lo sguardo e i mezzi dell’artista visivo, atmosfere e trame narrative. La proiezione a Villa Medici in occasione dell’Art Club #20 costituisce la prima presentazione del lungometraggio in Italia che coincide anche con l’esordio individuale dell’artista presso una pubblica istituzione a Roma.

Wilhelm Sasnal. Mostre personali (selezione): FRAC Auvergne, Clermont-Ferrand (2016); Haus der Kunst, Munich (2012); Whitechapel Art Gallery, London (2011); Galleria Civica di Arte Contemporanea, Trento (2008); Zacheta National Gallery of Art, Warsaw (2007); Fundació la Caixa, Barcelona (2007); Van Abbe Museum, Eindhoven (2006); Kunstverein, Münster (2003); Kunsthalle, Zürich (2003). Mostre collettive (selezione): Random Sampling, Haus der Kunst, München (2015); In the Heart of the Country, Museum of Modern Art, Warsaw (2013); Showing Its Colours, MARTa, Herford (2013); Image Counter Image, Haus der Kunst, München (2012); Hirschfaktor, ZKM, Karlsruhe (2011); Kraftwerk Depot, MARTa, Herford (2011); Tomorrow is the Question, SMAK, Gent (2011); Mapping the Studio, Palazzo Grassi/Punta della Dogana, Venezia (2009); Biennal, Berlin (2008); Painting of Modern Life, The Hayward Gallery, London (2007); What is Painting?, MoMa, New York (2007); Airs de Paris, Centre Pompidou, Paris (2007); The Present, Stedelijk Museum, Amsterdam (2007); Electronic Transformation, Kunsthaus, Zürich (2007); The Triumph of Painting, Saatchi Gallery, London (2005); Biennale, São Paulo (2004); Urgent Painting, Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris (2002); Biennal, Tirana (2001).


Ore 19. Femme avec Tête(s). Esponente della Body Art e performer nota per le sue ricerche post-organiche, ORLAN utilizza la scultura, la fotografia, il video, il 3D, i videogiochi, la realtà virtuale come anche le tecniche scientifiche e mediche, spaziando dalla chirurgia alla biotecnica. Contro ogni forma di determinismo naturale, sociale e politico, l’artista si oppone alla supremazia mascolina, alla religione, alla segregazione culturale, al razzismo. La sua opera provocatrice, sempre tinta di umorismo, risulta spesso sconcertante nella sua volontà di stravolgere i codici predeterminati. Nel 2013, ORLAN riceve l’e-Reputation Award, premio che la elegge artista più seguita e commentata del web.

L’incontro a Villa Medici sarà un’opportunità unica per conoscere questa artista controversa, approfondendo i vari aspetti della sua ricerca.

ORLAN, pseudonimo di Mireille Suzanne Francette Porte, nasce il 30 maggio 1947 a Saint-Etienne (Francia), vive e lavora tra Los Angeles, New York e Parigi.


Ore 20.30. Danzando con un’étoile dell’Opéra di Paris. Dopo gli esordi nella danza a Caen, la sua città natale, Marie-Agnès Gillot entra a far parte della scuola di danza dell’Opéra National di Parigi nel 1985. Cinque anni dopo, a soli 15 anni, sarà ammessa nel Corpo di Ballo. Finalista al 15° concorso Internazionale di danza a Varna, nel 1992, sarà consacrata “Étoile” in seguito alla rappresentazione di Signes, di Carolyn Carlson, il 18 marzo 2004, la prima a essere nominata su un balletto co