• White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon

DA D'AN - Festival di poesia ed arti performative

Artisti

Dona Amati/ Ugo Magnanti

Titolo intervento: Sogni di terre lontane

Breve descrizione: Lettura durante visita guidata

Durata dell'intervento:12 e 13 marzo dalle 17 alle 20.30

Dona Amati

Direttora editoriale, poeta, performer, organizzatrice culturale, poetry trainer, vive e lavora tra Viterbo e Anzio. Nata a Roma nel 1960 nel quartiere Testaccio, ha conseguito la maturità e il diploma di Maestro d’Arte. Da trent’anni risiede a Viterbo. E’ stata assistente del regista cinematografico Roberto Faenza. Nel 2007 insieme a Fortuna Della Porta, Monica Osnato, Terry Olivi, ed Elena Ribet, fonda l’Associazione Culturale “Mele-Grane”, compagine molto prolifera in tema di divulgazione della creatività letteraria e artistica delle autrici donne. All’attivo moltissimi eventi di alto pregio culturale, spesso patrocinate dalle istituzioni anche internazionali. Nel 2011 insieme a Ugo Magnanti fonda l’Associazione Fusibilia (libri, eventi e lunghicircuiti culturali) e il marchio editoriale FusibiliaLibri di cui è rispettivamente attuale presidente e responsabile.

Ugo Magnanti

[Nettuno (Roma), 1964], lavora nella scuola con i bambini diversamente abili, insieme ai quali ha realizzato alcune brevi e rudimentali fiction. È editore dell’Abaco, annuario di critica letteraria, teatrale e cinematografica. Recentemente ha pubblicato di Rocco Paternostro, Giorgio Inglese e Aldo Mastropasqua la plaquette, “Lo sguardo e lo specchio, tre studi sull’Alba di un mondo nuovo di Alberto Asor Rosa”. Nel 2003 ha pubblicato la raccolta di poesie Rapido blé, sinceramente apprezzata, fra gli altri, da Giorgio Bàrberi Squarotti e Marzio Pieri, e pubblicata anche in rete, dalla rivista “Il convivio” [http://ilconvivio.interfree.it/sommario.htm (sezione E-books), http://ilconvivio.interfree.it], insieme ai dieci brevi testi poetici Barlumi su un’America intuita da un’Italia.

Tomaso Binga

Titolo intervento: Il mio Sport è dubitare!
Descrizione intervento: Lettura di testi con sottofondo musicale
Durata dell'intervento: 20/30 min

Biografia

Tomaso Binga, nata a Salerno nel 1931, vive e lavora a Roma. E' stata docente presso l'Accademia di Belle Arti di Frosinone.In arte ha assunto un nome maschile per contestare con ironia e spiazzamento i privilegi del mondo maschile. Si occupa di scrittura verbo-visiva ed è tra le figure di punta della poesia foneticosonora- performativa italiana. Con le sue performance “femminismo poetico anni’70” ha partecipato a tutte le battaglie per i diritti dei più
deboli, delle donne e degli artisti, anche attraverso il costante lavoro dell’Associazione culturale “Lavatoio Contumaciale”, che dirige in Roma dal 1974 e della “Fondazione Filiberto Menna”,come Vice Presidente, in Salerno dal 1992. Ha saputo rivalutare i valori ritmici e timbrici della parola per dare calore e colore alle armonie del verso dove il significato e il significante s’intrecciano e si alternano in un continuo e controllato gioco di
prevaricazioni. Ironia e grottesco, denuncia e dissacrazione, non sense e luogo comune e il sonoro più stereotipato del mondo tecnologico sono stati gli ingredienti principali delle sue poesie performative che con la poesia sonora si sono arricchite della energia corporea necessaria per stabilire un tramite più diretto tra il testo e il fruitore.
Ha preso parte a più di 1800 manifestazioni tra mostre, rassegne, festival di poesia sonora e performativa in molte città italiane e straniere. Tra i suoi progetti visuali e sonori segnaliamo: Scrittura asemantica (1972), Scrittura vivente (1976), “Carta da Parati” (1976), Ti scrivo solo di Domenica (1977); Dattilocodice (1978), Biographic (1983); Riflessioni a puntate (1991); Manoscritti ritrovati (1995); Ideazione/Esecuzione, progetto multimediale in progress (1997); Bolle catodiche (1998); Picta/Scripta (1999); Dittici Interscambiabili (2001); Dis/Appunti quotidiani (2006).

Annarita Borrelli

Titolo intervento: L'Autrice - Ceneri di Poesia

Descrizione intervento: Interazione poetica

Il poeta  interagirà con i fruitori attraverso un rito atto alla vivificazione dei momenti di nascita e morte della poesia.

Durata dell'intervento: Continuata

Biografia

Nasce a Castellammare di Stabia nel 1979, ma vive e respira aria della Magna Grecia, trascorrendo i suoi primi anni 18 anni di vita ad Agropoli (SA) accanto ai templi di Paestum. Lì nascono le sue prime poesie. Vince numerosi premi letterari sin dall’età di 6 anni. Nel corso dei suoi studi classici, si dedica anche al canto lirico ed al pianoforte dando spazio al suo spirito poliedrico. Tuttavia, il talento poetico si appalesa e si esprime nel tempo, anche nel corso degli anni che accompagnano gli studi universitari di taglio economico – umanistico; consegue il diploma di Canto Lirico, si laurea in Economia aziendale e in Psicologia del lavoro. Nel 2004 inizia a trasformarsi elaborando una nuova visione del circostante e si occupa di critica fotografica. Un turbamento mimico diviene ricerca spirituale necessaria e la poesia si afferma come il suo strumento di narrazione tipica di stati emotivi legati all’umano sentire. Pubblica i suoi primi scritti all’interno di due raccolte; nel 2014 vince il Premio Internazionale di Arte Contemporanea“Adrenalina” - Sezione Letteratura, con la poesia "Il Mio Paradiso". Inizia la sua collaborazione con l’artista visivo Salvatore Cammilleri, prima scrivendo un Manifesto sul valore dell’arte in collaborazione, poi promuovendo l'accrescimento di tali valori attraverso il web. Coadiuva il Direttivo Artistico di Eureka! non solo come autore, ma anche come responsabile delle comunicazioni e delle pubbliche relazioni esterne. Nel 2014 il poeta si dedica ad un progetto autoriale con cui concede voce all’arte attraverso le parole degli artisti, raccogliendo il materiale all'interno del progetto "Intervistare l'Arte". In occasione del Festival d’Arte Contemporanea Estrazione/Astrazione organizzato da Eureka! propone, in collaborazione con Salvatore Cammilleri, un lavoro artistico in cui si intrecciano Installazione, Video Art e Poesia: L’Autrice. Nel 2015 fonda il portale di informazione culturale ignorarte.com in cui ricopre il ruolo di capo staff.

 

Salvatore Cammilleri

Titolo intervento: PROTEIC O... (Fry your labels)

Descrizione intervento: Video installazione interattiva; l’artista visivo Salvatore Cammilleri realizzerà una video installazione interattiva con l’intento di suscitare nei fruitori la negazione delle etichette sociali attraverso un processo di “rottura” del preconcetto con le parole e l’assimilazione di questa frattura che porta alla presa di coscienza.

Durata dell'intervento: Continuata

Biografia
Nasce a Palermo il 17 Aprile 1973. E’ capace di esprimersi attraverso un’ampia varietà di tecniche e materiali anche grazie all’esperienza acquisita nei suoi studi di elettrotecnica; dopo il diploma studia grafica, web design e comunicazione. Realizza, infatti, il Cartoon “Sciatto il Gatto visita Caltanissetta”. In linea con un pensiero artistico che si spinge verso territori di avanguardia, egli realizza le sue esperienze artistiche durante i suoi soggiorni a Bolzano e Bologna (dove frequenta l’Università DAMS – Cinema). Realizza numerosi progetti insieme ad altri artisti anche sostenendo la persistenza di benefici derivanti da collaborazioni artistiche, sempre in continuità rispetto al proprio concept natio, quello legato alla presenza/ assenza delle ali nel destino di ogni anima. Le ali e la luce, due elementi distintivi del suo linguaggio artistico, due fattori che, nonostante sembrino rappresentare valori esclusivamente spirituali, in realtà sottendono una profonda riflessione esistenziale. L’impatto pop delle sue opere nasconde il retrogusto amaramente dark proprio di una visione drammatica dell’esistenza. L’artista indaga e mette in discussione le illusioni del contemporaneo vivere. Tra i suoi più significativi progetti, si distingue la costituzione del MADE in C.L. con l’artista Michele Lombardo che, successivamente, da vita alla bipersonale “Anche per oggi non si vola” ed al progetto RAW. Nel Luglio 2014 fonda, insieme all’artista Caterina Arena, l’Associazione culturale Eureka! Come membro del Direttivo Artistico e Vice Presidente della stessa, sin da subito, si dedica allo sviluppo ed alla cura di progetti d’arte contemporanea attraverso la sperimentazione di varie forme d’arte d’avanguardia. L'artista si ispira continuamente all’idea di creare una cultura di progettualità e diffusione artistica, che favorisca anche un migliore transito verso un reale e pervasivo sviluppo socio-culturale del territorio nisseno. Nel 2015 fonda il portale di informazione culturale ignorarte.com in cui ricopre il ruolo di direttore artistico.

Sabino Caronia

Titolo intervento: D'Annunzio, tra modernità e tradizione (de definire)
Descrizione intervento: Lettura di testi con sottofondo musicale
Durata dell'intervento: 20/30 min

Biografia
Sabino Caronia, critico letterario e scrittore, romano, ha pubblicato le raccolte di saggi novecenteschi: L’usignolo di Orfeo (Sciascia editore, 1990) e Il gelsomino d’Arabia (Bulzoni, 2000); ha curato tra l’altro i volumi Il lume dei due occhi. G.Dessì, biografia e letteratura (Edizioni Periferia, 1987) e Licy e il Gattopardo (Edizioni Associate, 1995). Ha lavorato presso la cattedra di Letteratura Italiana Contemporanea all’Università di Perugia e ha collaborato con l’Università di Tor Vergata, con cui ha pubblicato tra l’altro Gli specchi di Borges (Universitalia, 2000). Membro dell’Istituto di Studi Romani e del Centro Studi G. G. Belli, autore di numerosi profili di narratori italiani del Novecento per la Letteratura Italiana Contemporanea (Lucarini Editore), collabora ad autorevoli riviste, nonché ad alcuni giornali, tra cui «L’Osservatore Romano» e «Liberal». Suoi racconti e poesie sono apparsi in diverse riviste. Ha pubblicato i romanzi L’ultima estate di Moro (Schena Editore, 2008), Morte di un cittadino americano. Jim Morrison a Parigi (Edilazio EdiLet, 2009), La cupa dell’acqua chiara (Edizioni Periferia, 2009) e la raccolta poetica Il secondo dono (Progetto Cultura, 2013).

Già Centini

Titolo intervento: D'Accordo D'Annunzio, ovvero Piumino Da Spolvero Cipria Di Pubblico
Descrizione intervento: performance alla porta di Casa del Vate
Durata dell'intervento: 20/30 min

Biografia
Artista ripetente Già Centini torna per la seconda volta a Pescara. C'è già stato da turista anni addietro calcando poc