Alex Angi (visual artist) ad Estrazione/Astrazione



Nato nel 1965 a Canne - Francia, Alex Angi è un esponente della Cracking Art. Il gruppo internazionale Cracking Art nasce il 30 maggio 1993 con la firma del manifesto detto “ di fine millennio “, manifesto che ne sancisce la filosofia e gli intenti. Ideologo e fondatore del movimento è Omar Ronda ( 1947 – Biella / Italia ) e firmatari del documento: William Sweetlowe ( 1948 – Ostenda / Belgio ), Renzo Nucara ( 1955 – Crema / Italia ), Marco Veronese ( 1962 – Biella/ Italia ), Alex Angi ( 1965 – Cannes / Francia ), Carlo Rizzetti ( 1969 Bruxelles / Belgio ), Kicco (1969 Biella/Italia ). Sin dalla prima mostra “ EPOCALE “ a Milano nel 1993, curata di Tommaso Trini e Luca Beatrice, si evidenzia l’intenzione del gruppo di cambiare radicalmente la storia dell’arte attraverso un forte impegno sociale ed ambientale e l’uso rivoluzionario ed innovativo di materie plastiche diverse ed evocative di un rapporto sempre più stretto tra vita naturale e realtà artificiale. Seguono centinaia di mostre ed eventi in tutto il mondo che danno al gruppo una notorietà internazionale, ne citiamo alcune: 1994 Chiostro del Brunelleschi, Santa Maria degli Angeli

( Firenze ). - S.O.S. Crackingmaremuore, Mole Vanvitelliana (Ancona ). - 1996 Mille delfini a Milano, Piazza del Duomo, Arengario di Palazzo Reale, Assessore alla Cultura Philippe Daverio. - 1998 Pop, Graffiti, Cracking Art, La Posteria (Milano ) e Galleria Pananti ( Firenze ). - 1999 Andy Warhol e Cracking Art, Galleria Pananti ( Firenze ). - 2000 L’arte, correnti, artisti e società dal 700 ai giorni nostri, libro di testo adottato dal sistema pedagogico istituzionale Italiano, a cura di Piero Adorno e Adriana Mastrangelo. - 2001 Invito ufficiale e partecipazione alla 49° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia, curatore Harald Szeemann, cataloghi a cura di Lucrezia De Domizio Durini, Maurizio Sciaccaluga e Alessandro Riva - Città di Arezzo per il Twin Tower Found di Rudolph Giuliani, Ambasciata Americana in Italia. - Tutto l’odio del mondo, Palazzo Reale ( Milano ) a cura di Alessandro Riva. - Città di Vilnius, a cura dell’Istituto Italiano di Cultura ( Lituania ). - 2002 inaugurazione del Centro Studi e Documentazioni Cracking Art ( Biella ). - Denaro e Valori ( Bienne – Svizzera ) a cura di Harald Szeemann. - 2003 Beaufort – Triennale D’arte del Belgio, a cura di Willy Van den Bussche, Klaus Bussmann, Rudi Fuchs, Jean-Hubert Martin. - Plastica d’Artista, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica ( Milano ) a cura di Tommaso Trini. - Guy Pieters Gallery, a cura di Willy Van den Bussche. - 2004 Arte stupefacente dai Dadà alla Cracking Art. Edizioni Mazzotta, testi di Philippe Daverio. - 2005 Sul filo della lana, (Biella ) a cura di Philippe Daverio. - Museo di Santa Apollonia

( Venezia ) in occasione della 51° Biennale di Venezia, catalogo Mazzotta a cura di Martina Corgnati ed Elena Forin – Galleria Civica d’Arte Contemporanea Palazzo Collicola (Spoleto ) a cura di Martina Corgnati – Fondazione delle Stelline ( Milano ) a cura di Martina Corgnati. 2006 Museo d'arte Moderna di Lousieville Kentucky - Centre d'Art Villa Tamariss, Les Nouveaux Pop - Jean-Luc Chlumeau - La Sien sur Mer (Tolon) - Beaufort 2006, Ufo Gallery (Ostenda), Accademia di Belle Arti e Galleria Santo Ficarra (Firenze) - Cracking Art la cultura che non c'era - Città di Terni - Cracking Art revolution - Città di Treviso - 2007 Mostra e sette monografie a cura di Elena Forin, Tornabuoni Arte (Firenze) - SOMA Seul Art Museum -Chiostro del Brunelleschi (Roma) Decine sono i libri e cataloghi pubblicati dai principali editori Italiani e migliaia i testi critici e gli articoli divulgati in tutto il mondo.

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon