Salvatore Cucchiara (poeta) ad Estrazione/Astrazione


Salvatore Cucchiara nasce il 6 agosto del 1984 a Favara, cittadina siciliana in provincia di Agrigento, dove tuttora vive. Si diploma in telecomunicazioni ma non prosegue gli studi e decide di dedicarsi al lavoro di decoratore di interni che svolge ancora oggi. Il suo grande interesse per la musica, alla fine degli anni novanta, lo fa avvicinare alla poesia, grazie in particolare ad alcuni musicisti che prestano particolare cura nella composizione dei testi delle canzoni, Cristiano Godano e Giulio Casale. Nelle canzoni e nella produzione letteraria di questi due autori scopre un nuovo stile di scrittura che diventa per lui fonte di ispirazione e stimolo alla creazione di testi poetici propri. Un forte impulso alla sua creatività arriva anche dalla conoscenza del pensiero di Nietzsche e delle opere di Strindberg, di cui ama in particolare "Inferno". Salvatore definisce i suoi testi "deliri" perché l'ispirazione arriva in momenti di stato delirante, sia positivo sia negativo, che lui cerca di fissare attraverso la scrittura. Le sue poesie catturano i momenti di delirio e li traducono in una forma letteraria in grado di valorizzarli, amplificarli e renderli ancora più incisivi. Le parole e i temi nascono dall'esperienza di vita propria e delle persone a lui vicine ma anche dall'immaginazione di storie e situazioni che potrebbero accadere, in una sorta di intreccio tra realtà trasfigurata e visioni di mondi possibili creati dalla fantasia.

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon