DENTE live



DENTE live openact Ilaria Pastore Venerdì 2 Dicembre 2016 apertura porte 20:30 inizio live ore 22:30 Ingresso 12€. Biglietti disponibili su www.ticket24ore.it aftershow All Blacks Music Team DjSet "Canzoni per metà" è il nuovo album di DENTE, disponibile dal 7 ottobre per l'etichetta Pastiglie su tutte le maggiori piattaforme digitali e in tutti i negozi di dischi in formato cd e vinile distribuito da Sony Music Entertainment. Martedì 13 settembre DENTE presenterà sulla sua pagina Facebook facebook.com/denteofficial il primo VIDEO estratto dal disco con un inedito esperimento social. Giovedì 20 ottobre è partito il nuovo TOUR accompagnato da una backing band d'eccezione, i Plastic Made Sofa. DENTE - Biografia - Giuseppe Peveri alias DENTE, nasce a Fidenza (PR) nel 1976. Poco più che adolescente, Dente intraprende la sua avventura musicale come chitarrista dei Quic, passando per la band La Spina (con due album all’attivo), per poi intraprendere la carriera solista nel 2006. DENTE ad oggi è uno dei più apprezzati cantautori italiani, un musicista che negli anni ha conquistato un pubblico sempre più numerso e affezionato riuscendo a imporre il suo personalissimo linguaggio pop dai tratti essenziali e ricercati. 2006 F irma per Jestrai, esordendo con il suo primo album ufficiale “Anice in bocca”. 2007 E sce il disco “Non c'è due senza te” (Jestrai), subito accolto con calore da pubblico e critica. Durante l’estate di quell’anno, Federico Fiumani invita Dente a reinterpretare una canzone dei Diaframma (“Verde”) per una compilation in uscita nei primi mesi del 2008. Qualche tempo dopo, Dente rivisita anche “Pensiero Stupendo” di Patty Pravo, che diventa la sigla del programma omonimo in onda su Radio Popolare Network il venerdì sera. Alla fine dell’anno “Non c'è due senza te” finisce nella rosa dei 20 migliori dischi italiani del 2007 scelti dal PIMI (Premio Italiano Musica Indipendente). 2008 Esce l'EP “Le cose che contano”, quattro nuove canzoni arrangiate e suonate con Roberto Dell’Era (Afterhours), Enrico Gabrielli (Afterhours - Mariposa - Morgan - Capossela) ed Enzo Cimino (Mariposa - Marco Parente), uscito a Febbraio 2008. 2009 Il 14 febbraio esce il suo nuovo album "L’amore non è bello" (Ghost Records), 13 tracce che confermano le straordinarie potenzialità del cantautore. Il disco viene recensito ovunque con grande entusiasmo e l’attenzione nei confronti del cantautore va crescendo nel corso dell’anno, con singoli in rotazione nelle radio nazionali e un intenso tour con la sua band nei club e nei festival di tutta Italia, per oltre 80 date live in meno di 12 mesi.Nel corso dell’anno Dente partecipa anche al progetto “Il Paese è Reale” degli Afterhours, registrando una delle canzoni più apprezzate del disco, “Beato Me”, che suonerà anche al concerto del 1° maggio di Piazza San Giovanni a Roma. Un 2009 intenso e ricco di soddisfazioni si chiude con il massimo riconoscimento da parte della critica di settore: la vittoria al PIMI per l’album dell’anno. 2010 L'anno si apre così con rinnovate energie, convogliate in un nuovo tour nei teatri intitolato “1910”. DENTE inoltre collabora con i Perturbazione, per “Buongiorno Buonafortuna” e con Il Genio per “Precipitevolissimevolmente”, il twist che – insieme a “Il beat cos'è” registrato da Calibro 35 e Roberto dell’Era – va a comporre il 45 giri de “Il lato Beat” (Ghost Records/Disastro), uno dei successi radiofonici dell’estate 2010. A novembre si chiude il tour de "L’amore non è bello" con un grande concerto sold out allo storico Teatro dal Verme di Milano con ospiti Manuel Agnelli, Le Luci della Centrale Elettrica, Il Genio, Enrico Gabrielli, Max Collini e i Perturbazione. 2011 DENTE collabora al disco dei brasiliani Selton, che escono con il loro album in italiano e si avvalgono di lui per l'adattamento dei testi, scritto originariamente in portoghese e inglese. Inoltre compone il testo di “Mangialanima”, brano contenuto nel nuovo album di Marco Mengoni “Solo 2.0” uscito il 27 settembre 2011, affiancando Paolo Nutini autore della musica. L’11 ottobre esce il nuovo capitolo della discografia di Dente, “Io tra di noi” (Ghost Records) prodotto da Tommaso Colliva. Il disco entra in classifica la settimana di uscita direttamente al 15° posto tra gli album più venduti, come ottimo auspicio per i lungo l tour che inizia a fine ottobre e continua fino all’estate 2012. 2012 Nel febbraio 2012 esce “Canzoni ai testimoni”, album di Enrico Ruggeri nel quale Dente reinterpreta in duetto con lo stesso Ruggeri “Pernod”, storico brano dei Decibel del 1980. Il 1°maggio Dente si esibisce per la seconda volta al Concerto del Primo Maggio a Roma. 2013 Dente firma il brano "Quello che non sa", inserito nell'album "Un posto nel mondo", debutto della cantante italiana Chiara Galiazzo. Collabora anche con i Selton nel brano "Piccola Sbronza", contenuto nell'album "Saudade". Nello stesso periodo tiene dj set in Italia ed alcuni concerti in Europa (Lussemburgo, Parigi, Berlino e Bruxelles); inoltre accompagna gli stessi Selton nel loro tour in Brasile. 2014 A gennaio esce l'album "Almanacco del giorno prima" (RCA/Sony), anticipato dal singolo "Invece tu", uscito il 1° gennaio, ed entrato immediatamente in alta rotazione su tutti i network. Il disco è stato realizzato in presso una scuola elementare abbandonata di Busseto, in provincia di Parma, sempre con l'ausilio di Tommaso Colliva. L'album viene sostenuto da un importante tour teatrale che lo porta al sold-out sia al Nazionale di Milano che all'Auditorium di Roma. L'anno ed il tour si chiudono in bellezza con un giro nei club grazie ad un nuovo spettacolo accompagnato da una big band con tanto di sezione fiati. 2015 Il 4 giugno esce per Bompiani il primo libro di Dente: “Favole per bambini molto stanchi”, che raggiunge in pochi mesi la quinta ristampa, oltre 30 presentazioni ed un lusinghiero successo editoriale 2016 "Canzoni per metà" (Pastiglie/Sony Music Entertainment) è il nuovo album di Dente, disponibile dal 7 ottobre 2016. ILARIA PASTORE “Il Faro la Tempesta la Quiete” è il nuovo disco della cantautrice Ilaria Pastore, successore dell'esordio “Nel mio disordine”. Sono passati alcuni anni fra i due lavori, ma questo periodo di tempo non ha visto Ilaria stare con le mani in mano. La cantautrice milanese ha infatti suonato le proprie canzoni in centinaia di date nel nostro Paese e all'estero, portando confrontandosi come cantante e musicista con gli ambiti più disparati (teatro, musical, classica contemporanea, musica e bambini). Così questo nuovo lavoro, prodotto da lei stessa con la collaborazione di Gipo Gurrado agli arrangiamenti, presenta un'autrice decisamente in crescita, che è tornata a incidere sulla spinta di un'esigenza molto forte e nel solco di un'evoluzione che, rispetto all'opera precedente (ben accolta dalla critica e premiata anche a Musicultura), è evidente e feconda. Il songwriting di Ilaria Pastore è facilmente riconoscibile fin dalle prime battute, ma lungo la tracklist viene declinato in molteplici forme e atmosfere differenti, accomunate da una voce che fa rilucere le parole e da arrangiamenti per lo più acustici a base di pianoforte, chitarre, archi, batteria, fiati e cori. E' un disco fresco “Il Faro la Tempesta la Quiete”: le canzoni sono orecchiabili ma anche ricche di particolari che emergono ascolto dopo ascolto. A volte infilano d'ironia con qualche sottile provocazione, altre volte procedono su quel mood chiaroscurale che è di chi attende l'alba. Ed è un disco che rimane sempre lieve, vicino; si siede accanto a chi ascolta e gli parla, così, semplicemente, con intensità, e con una sua nudità. A livello musicale le melodie sono accoglienti, densamente emozionali, mentre gli arrangiamenti lavorano sui brani con quel piglio d'artigiano frutto di lunghe riflessioni sulle scelte da compiere ma anche di improvvisazioni dell'ultimo momento. Per la prima volta Ilaria Pastore non ha suonato la chitarra in tutte le tracce ma ha lasciato, come spiega lei, “che fosse la voce la vera protagonista, mentre le mani di altri tessevano la trama attorno a me e alle mie parole. Con fiducia, rischio consapevole e fiero”. Ci sono tutte le migliori caratteristiche di un disco di musica d'autore ne �Il Faro la Tempesta la Quiete”. Anzi: di Musica d'Autrice. Perché, potrà sembrare presuntuoso dirlo, ma è in tutto e per tutto il disco di una donna. “C'è un momento – racconta Ilaria – in cui, nella vita di una ragazza, cambia qualcosa dentro. E' un clic. Un interruttore si auto posiziona su “on” e sei una donna, da quel momento. E questo ti permette di tirare fuori anche una grossa parte maschile, che secondo me è molto presente in questo lavoro”. Sarà allora per questo motivo “femminile” che i brani hanno la capacità di parlare a chiunque dicendo cose vere, “pensieri che sul serio hanno attraversato la mia testa e la mia anima”, portandoci ad essere tutti lì. A cercare un faro, fra la tempesta e la quiete. Link http://www.ilariapastore.it/ Biografia ILARIA PASTORE Ilaria Pastore si muove fra il cantautorato, il teatro, la musica contemporanea, l’insegnamento e gli eventi dedicati ai più piccoli. Fa parte del cast di "Modì - l'ultimo inverno di Amedeo Modigliani", musical d'autore scritto e diretto da Gipo Gurrado, di cui ha realizzato gli arrangiamenti vocali, appartenendo al cast in un doppio ruolo e, per la prima stagione, facendo parte anche della band dal vivo. Con questo spettacolo si è esibita a Milano (una settimana di sold-out la prima stagione al Teatro Leonardo da Vinci), Genova, Lugano e in altre città. Collabora da anni come voce narrante e musicista con l'attore, scrittore e regista Luca Chieregato in uno spettacolo di storia canzone basato sulle fiabe di quest'ultimo, scritte per adulti e bambini. Un progetto che è sfociato nel disco "Storie per crescere, note per sognare" prodotto dal Teatro Pan, che raccoglie cinque fiabe scritte da Luca e le musiche di Ilaria. E' inoltre la voce del Tudìp Ensemble, quintetto composto da strumenti per lo più classici (clarinetto e clarinetto basso, violino, fisarmonica, chitarra acustica, voce), che propone un repertorio italiano dagli anni '20 agli anni '80, riarrangiato in chiave di musica contemporanea. Il progetto gira fra teatri, house concert e importanti Festival ed è stato inserito anche fra le proposte di musica colta del Teatro San Carlo di Napoli. Ilaria è anche insegnante Aigam (Associazione Italiana Gordon per l’apprendimento musicale), specializzata quindi nell’insegnamento della musica secondo i principi della Music Learning Theory di Edwin E. Gordon, che utilizza voce e corpo in movimento come unici strumenti per il dialogo musicale. Si occupa principalmente della fascia 0-6 anni, per i quali tra l’altro organizza eventi di musica dal vivo, fra cui uno di recente al Teatro Elfo Puccini di Milano. La sua attività principale è però quella di cantautrice, che l'ha portata ad esibirsi in centinaia di concerti in Italia e all'estero (Francia, Messico, Svizzera, Belgio). Nel 2010 ha pubblicato il disco “Nel mio disordine”, arrangiato e prodotto da lei e dal chitarrista e produttore Gipo Gurrado, in collaborazione con Lucio Fasino e Antonio Fusco. Al Festival Musicultura del 2013, con il brano "Ora" contenuto nel disco, ha vinto la Targa "Un certain Regard", come miglior esibizione. Nel 2016 pubblicherà il nuovo lavoro “Il Faro la Tempesta la Quiete”, prodotto interamente da lei con gli arrangiamenti e la direzione musicale di Gipo Gurrado. Nove canzoni nate in punta di chitarra che poi hanno incontrato pianoforte, archi, batteria, fiati, cori, con la voce di Ilaria a fare rilucere le parole e le melodie accoglienti, a costruire densità emozionali. Un lavoro fresco, orecchiabile, che a volte infila d'ironia con qualche sottile provocazione, altrove procede su quel mood chiaroscurale che è di chi attende l'alba. Ma è sempre lieve, vicino; le sue canzoni si siedono accanto a chi ascolta e gli parlano, così, semplicemente, e con una loro nudità. Musica d'Autrice, più che d'autore, ma capace di dire a tutti con grande intensità. Contatti Macramè – Trame comunicative info@macrameufficiostampa.it Luca Barachetti luca@macrameufficiostampa.it 349.6106668 Corrado Maffioletti corrado@macrameufficiostampa.it 328.3691845 Per concerti Ilaria Pastore ilariapastore.musica@gmail.com

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon