Che significa essere migranti? Un incontro con Gad Lerner al Foro Boario di Modena



Foto © Giacomo Maestri


Che significa essere migranti? Un incontro con Gad Lerner Lo scrittore sarà al Foro Boario di Modena venerdì 6 gennaio alle 16. Ingresso libero Modena - La mostra Lying in Between. Hellas 2016, promossa da Fondazione Fotografia e allestita al Foro Boario di Modena fino all’ 8 gennaio, è stata affiancata da un programma di incontri con giornalisti, scrittori, esponenti del mondo del volontariato, così da poter affrontare il tema della migrazione da prospettive diverse. Ad accompagnare il finissage della mostra sarà un evento d’eccezione: un incontro con il giornalista e scrittore di origini libanesi Gad Lerner, in programma venerdì 6 gennaio, alle 16. Anche in quest’occasione, così come per tutti gli incontri precedenti, l’ingresso sarà libero. Tema dell’incontro, ispirato dalla mostra fotografica, è una riflessione personale su cosa significhi essere migranti, arricchita dalle storie raccolte dall’autore in anni di attività professionale. Gad Lerner è nato a Beirut da una famiglia ebraica. Avvicinatosi al giornalismo grazie all’esperienza di Lotta Continua, ha collaborato a Radio Popolare prima di entrare nella redazione de L’Espresso. Nei primi anni Novanta inizia la sua esperienza televisiva realizzando per la Raitre di Guglielmi due trasmissioni dedicate alla questione settentrionale: Profondo Nord e Milano, Italia. Chiamato da Ezio Mauro a La Stampa come vicedirettore nel 1993, collaborerà successivamente come inviato e editorialista con il Corriere della sera e Repubblica.

Di nuovo alla Rai con due edizioni di Pinocchio, nel 2000 viene nominato direttore del Tg1 ma pochi mesi dopo rassegna le dimissioni. Nel 2001 partecipa alla fondazione di La7. Ne dirige il telegiornale, vara con Giuliano Ferrara la trasmissione Otto e mezzo, ed ha condotto ogni settimana per dieci anni L’Infedele dal 2002 al 2012. Nella primavera del 2013 ha realizzato sempre su La7 Zeta, la commedia del potere, prima di lasciare l’emittente che aveva contribuito a fondare. Nel 2014 cura e conduce la trasmissione televisiva Fischia il Vento in onda su LA EFFE e nel 2016 “Islam, Italia” in onda su Rai 3. Tra i suoi libri: Operai (Feltrinelli, 1987, ristampato nel 2010); Crociate. Il millennio dell’odio (Rizzoli, 2000, 2016); Tu sei un bastardo. Contro l’abuso delle identità (Feltrinelli, 2005); Scintille. Una storia di anime vagabonde, (Feltrinelli 2009). Info: mostre@fondazionefotografia.org, t. 059 6139123 - 335 1621739.


ufficio stampa e comunicazione Cecilia Lazzeretti Fondazione Fotografia Modena

tel. 059 6139603 - cell. 338 8596174 press@fondazionefotografia.org www.fondazionefotografia.org

facebook.com/fondazionefotografiamodena twitter.com/fondfoto vimeo.com/fondazionefotografia instagram.com/fondazionefotografiamodena

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon