Trafitto | Giuliano Cardellini |


Il 18 febbraio 2017, all’interno della Giornata Mondiale della Giustizia Sociale (20 Febbraio 2017), verrà presentata al pubblico un’opera dell’artista Giuliano Cardellini.

La Rassegna, ideata col Patrocinio del Comune di Cattolica e dell’Assessorato alla Cultura, prevede 3 momenti diversi, atti a sensibilizzare ai temi dell’ingiustizia sociale e della corruzione nella Giornata Mondiale della Giustizia Sociale promossa dalleNazioni Unite.

“Trafitto” di Giuliano Cardellini è un’opera unica nel suo genere poiché incarna nel suo significato più profondo l’intera iniziativa in programma a Cattolica, dal 18 al 20 Febbraio 2017.

Saranno dunque 3 gli eventi :

  • sabato 18 febbraio ore 11.30 conferenza stampa, Palazzo del Turismo

  • domenica 19 febbraio ore 17.00 conferenza – dibattito pubblico, Palazzo del Turismo

  • lunedì 20 febbraio ore 11.30, performance dell’artista, Piazza Nettuno

Il concept

Lo slogan delle 3 giornate è “Più Giustizia Sociale – Basta Corruzione” in questo contest, l’opera di Cardellini, l’uomo “trafitto”, chiede con forza una reale Giustizia Sociale, e lo fa urlando con dignità contro la dilagante corruzione dei costumi. Un flagello questo, che crea insanabili distanze fra chi abusa dei propri privilegi e chi subisce infiniti soprusi con rassegnazione. L’operazione dell’artista è volta a coinvolgere l’individuo universale, per spronarlo alla lotta contro i nemici del genere umano : la guerra, la tirannia, l’ignoranza, la povertà, la malattia. Allo stesso tempo vuole denunciare le gravi ingiustizie della società italiana ed europea. Si impone quindi un radicale mutamento di queste iniquità ormai consolidate. Meritocrazia, competenza, azioni che non vadano in conflitto di interessi, l’incompatibilità e anticorruzione sono i pilastri su cui si dovrebbe fondare una nuova società. Gli artisti non possono rimanere inerti, e Cardellini in prima persona intende accendere con l’opera “Trafitto” una luce di speranza. Consapevole della responsabilità che grava sulla propria coscienza, l’artista si assume il compito non solo di denunciare queste ingiustizie, ma anche di indicare proposte più concrete. L’opera quindi è un urlo al mondo, che ci si augura abbia un’eco così vasta da non rimanere inascoltato. Un urlo che, se condiviso, potrà generare una nuova coscienza di solidarietà sociale. Un urlo che sia funzionale a una reale equità tra i popoli.

L’eccezionalità dell’operazione artistica di Cardellini consiste nel creare un connubio indissolubile tra poesia e pittura, con versi che si fondono, si imprimono nella stessa materia :

“Laceranti soprusi / attanagliante giogo / permeanti torture / urlo di dignità”.

L’artista

Cardellini Giuliano vive a Morciano ma è nato a Rimini. Avvocato, poeta, artista, ama il teatro e ne realizza diversi spettacoli. Sia con il suo 1° libro di poesie “Diciannove versi d’amore e una rosa” (2004) che con il 2° libro di poesie “nel godere dell’amore” (2007) ha vinto numerosi premi nazionali. L’incontro con le opere del conterraneo Raffaello Sanzio lo iniziano alla pittura. Realizza a tecnica mista quadri e pitto-sculture astratte. Da marzo 2013 ha iniziato con Franco Bastianelli di Pesaro un sodalizio artistico che ha prodotto 42 opere, anche sotto forma di installazioni e numerose mostre personali e collettive. Da aprile 2016 ha ripreso la sua autonoma produzione artistica di pitto-sculture, sculture e installazioni. Da quel momento ha realizzato come prime Opere : “Gialli serpenti” (Opera 1 Aprile 2016); “Nero silenzio” (Opera 2 Maggio 2016); “Petalo di rugiada” (Opera 3 Maggio 2016); “Vive fiamme” (Opera 4 Maggio 2016); “Crude tenebre” (Opera 5 Luglio 2016) ecc. Ha esposto a Londra, Verona, Osaka, Rio de Janeiro, Gubbio, Monte Carlo. La sua attività è febbrile e continua, al momento sta preparando tre progetti di mostre che affrontano tematiche scottanti come la tutela dell’ambiente ed il rapporto conflittuale del singolo individuo con la società. La caratteristica specifica di tutte le sue creazioni è la tensione a creare una stretta sinergia tra la materia artistica e la parola poetica, due dimensioni che fondendosi tra loro assumono un’unica espressione artistica.

Info

Vernissage 18 febbraio 2017 ore 11.30

Dal 18 al 20 febbraio2017

Piazza Nettuno, Cattolica

Ingresso gratuito

Orari d’apertura : 0-24


Ufficio Stampa

Art press agency di Anna de Fazio Siciliano

www.artpressagency.it

annasicilianodefazio@gmail.com – T. 349.15.05.237



Tag:

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon