Estate Romana | Stalker e No Working | A-ghost City [nightwalks]




A-ghost city [Nightwalks]



un progetto Stalker e No Working

per Estate Romana 2017


In girum imus nocte et consumimur igni

In questo film non farò concessioni al pubblico, parecchie eccellenti ragioni giustificano ai miei occhi un simile comportamento.

Guy Debord



In occasione dei 40 anni dell’Estate Romana, in omaggio a Renato Nicolini, il collettivo Stalker e il gruppo informale No Working propongono il progetto A-ghost city [Nightwalks], la prima estate romana nomade. Un ciclo di esplorazioni cittadine, alla scoperta di una Roma diversa e imprevedibile. Dal 15 al 31 agosto, ogni due giorni, dalle 23.30 alle 7.00 (del giorno seguente) artisti e partecipanti svolgeranno insieme sette camminate notturne, a partire da altrettante porte storiche romane, che saranno attraversate per uscire dal centro cittadino e scoprire le aree limitrofe esterne alla cinta muraria.


La carovana andrà alla deriva nella notte, inseguendo luci ed ombre, sogni e bisogni, ricordi e desideri di una città che svanisce ogni giorno alle prime luci dell’alba. Sette appuntamenti al buio, sotto l’arco di sette delle principali porte della città, per ritrovarci e uscire con chi di notte, d’agosto, non riesce ad andare a letto e chi un letto non ce l’ha, con chi è rimasto a Roma e chi è appena rientrato o arrivato, con chi non parla una parola d’italiano e chi non capisce una parola d’inglese, con chi non sa dove si trova né come ci è arrivato e chi conosce ogni singolo sasso del quartiere, con chiunque ha curiosità e piacere di incontrare l’Altro.

Gli itinerari saranno accompagnati da lezioni, performance, living monuments, danze, tenute da Stalker, dalle associazioni partner e da ospiti che caratterizzeranno ciascuna camminata offrendo un fil rouge alle esplorazioni di luoghi lungo il percorso, alle attività da svolgere e agli incontri possibili. Le camminate saranno aperte gratuitamente a tutti anche a tiratardi, nottambuli e mattinieri, che potranno raggiungerci in qualsiasi orario, seguendo il percorso in diretta sul sito, dove una mappa notturna della città verrà illuminata in diretta dai suoni, dalle immagini e dalla traccia dei nostri stessi passi.


Parte integrante del progetto A-ghost city [nightwalks] sarà la Scuola Serale di Urbanesimo Nomade, in collaborazione con il Master Studi del Territorio/Enviromental Humanities dell’Università Roma Tre. Abitanti e artisti, migranti e turisti, persone sempre diverse, impreviste, curiose, una formazione in formazione reciproca continua, in cui ognuno avrà modo di imparare e di insegnare qualcosa agli altri, trovando il coraggio di dire una cosa, di fare un gesto, di mettersi in gioco e magari danzare, offrendosi alla trascinante azione corale e creativa.


Porta Portese, Porta San Paolo, Porta San Giovanni, Porta Maggiore, Porta Tiburtina, Porta Pia e Porta del Popolo saranno i punti di partenza dei sette itinerari notturni. Non ci sarà pubblico, ma parteciperemo tutti creativamente: il sito dell’iniziativa, http://aghostcity.altervista.org/, rappresenterà uno strumento di condivisione e partecipazione alla costruzione degli itinerari e alla realizzazione degli interventi. Infatti, chiunque potrà condividere la costruzione dei percorsi tramite la pagina http://aghostcity.altervista.org/la-mappa/ in cui ciascun utente potrà lasciare un commento, oppure inserire un bookmark blu direttamente sulla mappa, per segnalare e proporre luoghi e azioni destinati a entrare a far parte delle camminate. Istruzioni, appuntamenti, itinerari saranno disponibili, sempre aggiornati, sul sito dell’iniziativa e saranno comunicati tramite pagina facebook [@aghostcity].


L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana 2017, promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

I laboratori e le attività saranno realizzate da: 3nta, ATIsuffix, ALAgroup, Echis, Nation25, Piccoli Maestri, Seminaria sogninterra, Termini TV. Sono partner del progetto: Auditorium Parco della Musica, Palazzo Corsini, Istituto Italo-Latino Americano (IILA), Istituto Svizzero di Roma, Lago Ex-Snia, MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo – MAXXI Public Engagement, Parco Archeologico dell’Appia Antica, Real Accademia di Spagna.


Stalker è un collettivo di artisti e architetti che vanta una ventennale attività di ricerca e pratica sul territorio, con particolare attenzione alle aree di margine e ai vuoti urbani.

La modalità di intervento di Stalker è sperimentale, fondata su pratiche spaziali esplorative, di ascolto, relazionali, conviviali e ludiche, attivate da dispositivi di interazione creativa con l’ambiente investigato, con gli abitanti e con gli archivi della memoria. Tali pratiche e dispositivi sono finalizzati a catalizzare lo sviluppo di processi evolutivi auto-organizzanti, attraverso la tessitura di relazioni sociali ed ambientali, lì dove per abbandono o per indisponibilità sono venute a mancare.

No Working è uno spazio-tempo d’arte, conviviale, dove dar luogo alla possibilità di agire nel presente un futuro possibile. Dove pensarsi insieme attraverso una comune azione artistica, civile e spirituale. È uno spazio di scoperta, di cura e di ospitalità, di Sé, degli altri e del mondo. Uno spazio che cerca di sottrarsi alle logiche e alle relazioni economiche, politiche e sociali della contemporaneità, alla dittatura e alla violenza del suo tempo reale. È uno spazio di diseducazione dai comportamenti, dalle relazioni e dai pensieri colonizzati in noi dalla contemporaneità. Uno spazio di ricerca e formazione di comportamenti, relazioni e pensieri che ne fuoriescano, un rifugio ai margini del presente, dove sperimentare un tempo e uno spazio a venire. Tra marzo e aprile ha attivato lo spazio Xeneide. Il Dono dell’Altro. Miti, Pratiche e Poetiche dell’Ospitalità, Auditorium Arte - Auditorium Parco della Musica di Roma, 10 marzo - 17 aprile 2017.


Per info e prenotazioni

mail: info.aghostcity@gmail.com

web: aghostcity.altervista.org

facebook: @aghostcity


Ufficio Stampa e Comunicazione

mail: noworking37@gmail.com

Maria Pia Bevilacqua +39 347 2517801

Sara Maria d’Onofrio +39 349 134740




Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon