Light Blowing



Al via la mostra Light Blowing con l’inaugurazione di The Venice Glass Week

Si intitola Light Blowing il progetto espositivo sviluppato sotto la direzione creativa di Ilaria Ruggiero e Samantha Punis che a partire da domenica 10 settembre presenterà la ricchezza e complessità del design dell’illuminazione in vetro soffiato al giorno d’oggi.

La mostra include nove dei migliori artigiani del vetro a livello mondiale e si svolge nel nuovo e rivoluzionario spazio Muranese, Murano Gallery LUab 4.0. Inserito tra i 140 eventi della prima edizione di The Venice Glass Week, festival internazionale dedicato all’arte vetraria in

programma a Venezia dal 10 al 17 settembre prossimi, Light Blowing inaugurerà ufficialmente lunedì 11 settembre alle ore 19.30.



10 Settembre — 12 Novembre 2017

[endif]--In mostra una selezione di importanti esiti del design dell’illuminazione in vetro soffiato scelti con la volontà di avvicinare dimensioni produttive molto diverse tra loro, e raccontarle. Il vetro di Murano e quello Cecoslovacco, l’autorialità di grandi Maestri con le visioni di famosi Designer, produzioni esclusive e limitate, brand che sanno imporre con potenza il proprio personalissimo linguaggio creativo. Un dialogo a più voci per presentare la complessità, e la ricchezza, della produzione del vetro oggi attraverso i lavori di Bomma/Simone Crestani/Esther Patterson per Curiousa & Curiousa



Light Blowing

[endif]--/Doris Darling/Fabio Fornasier/Jaroslav Bejvl jr. per Preciosa

/VI+M Studio e Karim Rashid per Purho/Studio Furthermore/Zaha Hadid,

Nendo e Nao Tamura per WonderGlass.

“Un gesto impossibile, un’abilità, un soffio magico, illuminante, in cui la luce prende corpo insieme al vetro”

nelle parole di Ilaria Ruggiero, co–curatrice della mostra.

Light Blowing inaugura ufficialmente l’attività del nuovo spazio Murano Gallery LUab 4.0, un luogo di ricerca e sperimentazione nel quale il vetro di Murano dialogherà con il vetro internazionale, stimolando il confronto culturale, generazionale, comparando i linguaggi creativi più disparati e indagando le nuove tecniche produttive. Il tutto in una location in cui sale espositive, forni, sale colore e zone living oggi rivivono dopo un sapiente restauro studiato e pensato sulla base delle esigenze del luogo. Partner del progetto l’azienda Tubes che ha fornito alcuni tra i più celebri modelli di caloriferi (“Soho” disegnato da Ludovica+Roberto Palomba, “Milano” di Antonia Astori e Nicola De Ponti e “Add-on” di Satyendra Pakhalé premiato con il Red Hot Design Award nel 2008) e il Cantiere Daniele Manin che ha seguito la posa del pavimento di legno di briccola. Tutt’attorno dettagli progettuali di pregio firmati da aziende quali Gaggenau, Boffi sotto il coordinamento della Solgas S.r.l.





The Venice Glass Week

Murano Gallery LUab 4.0

Pag. 1 di 4

Calle Vivarini 6⁄a

30141 Murano⁄Venezia

[endif]--


Press Release 09.2017



Lavori in mostra

Ad aprire la carrellata Fabio Fornasier, Maestro di grandissima tecnica e raffinata estetica che ha saputo conferire una nuova identità al classico lampadario di Murano. Con “LUgiano” – chandelier bifronte in cui tradizione e innovazione si fondono, letteralmente – Fornasier dichiara apertamente la possibilità di incontro di queste due sfere apparentemente opposte.

A conferma della centralità e importanza di un dialogo sviluppato su scala internazionale, in mostra a Light Blowing l’eccellenza di Preciosa, brand che dal 1724 sviluppa e preserva un know-how unico nella lavorazione del cristallo secondo le originali trazioni Boeme. Con “Muutos”, disegnato da Jaroslav Bejvl jr. – Preciosa Lighting’s Chief Designer dal 1986 al 2016 – il binomio tradizione/innovazione ritorna più forte che mai coniugando linee con oltre cento anni di storia a tecniche attuali.



Light Blowing

[endif]--


10 Settembre — 12 Novembre 2017

[endif]--Tradizione Ceca e un coraggioso mix di artigianato, tecnologia innovativa e design contemporaneo caratterizzano anche la produzione di Bomma, azienda nata nel 2012 per volontà di Jiri Trtik, imprenditore illuminato che ha riconvertito le abilità di esperti artigiani e ingegneri in un brand dell’identità decisa e accattivante. In mostra “Soap”, sospensione ispirata alla trasparenza e alla mutevolezza di forme e riflessi di una bolla di sapone di cui conserva le forme e i colori sempre diversi essendo soffiata liberamente a mano in assenza di stampi.

Con WonderGlass, azienda fondata da Christian e Maurizio Mussati con base a Londra, il concept dell’esposizione si materializza in ogni suo aspetto portando in primo piano le potenzialità del legame tra il mondo dell’architettura, dell’arte, della moda, del fashion internazionali e il mondo dell’arte Veneziana del vetro soffiato.