Avete ancora tempo per visitare (fe)male!



È stata prorogata fino al 15 novembre, al Museo di Arte Contemporanea – Centro Culturale- Oratorio San Rocco di Trapani, la mostra dal titolo (fe)male che ha visto protagonisti due giovani artisti siciliani: Grazia Inserillo e Maurizio Pometti.

Due artisti che si sono confrontati sul tema del maschile e femminile, grazie ad un concept che ha considerato le due figure come un unicum e dove la distinzione di genere è stata capovolta/stravolta da un’unione mentale e spirituale. Il fruitore ha quindi sperimentato se stesso, grazie all’attenta selezione delle opere in mostra, senza restrizioni di campo.

Grazia Inserillo, Fiber Artist palermitana, nell’arco della sua esperienza artistica riscopre l’arte dell’intreccio da tradizioni di famiglia, usando materiali, stoffe e filati tramandati dalle precedenti generazioni. Uno storytelling che si plasma attraverso un “filo” che con una lenta afflizione ricostruisce ciò che il tempo ha disintegrato. Questo “filo” diventa memoria e ha tutto il potenziale per ricomporre pezzi sparsi in luoghi sempre meno individuabili. Il titolo, all’interno della mostra, della sezione a lei dedicata è: “Il Dono” un omaggio alla donna, dalla consistenza lunare, che giorno dopo giorno rammenda ferite senza mai dimenticare.

Maurizio Pometti, artista catanese, effettua una continua e minuziosa ricerca sulla figura umana dove i suoi personaggi vivono delle dimensioni molteplici e quasi tutti si relazionano con la fisicità dello stesso artista. La sua è una realtà condivisa, il disegno e la pittura diventano un mezzo per poter migliorare il presente, oltre che una necessità di esorcizzare la fragilità di un qualsiasi corpo. “Senza farsi male” è infatti il titolo della sezione a lui dedicata; le barbie, le modelle androgine e i suoi autoritratti diventano spunti di riflessione per accettare e accettarci.

La bipersonale (fe)male chiude il ciclo delle quattro mostre previste dal progetto GAT , finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e promosso dal Museo San Rocco in collaborazione con l’associazione Strada del Vino Erice DOC. La mostra è stata curata dal direttore del Museo Liborio Palmeri con il contributo di tre giovani curatori under trentacinque: Alessio Genovese, Carla Ricevuto ed Eleonora Tardia.

Tutto l’evento è stato predisposto all’interno delle sale del primo piano della struttura museale che dal 2012 ospita numerose mostre d’arte contemporanea, di cui si ricorda la recente e ancora fruibile Ferdinand e Adrian Paci a cura di Giovanni De Lazzari, e parte della collezione DiArt,



pazientemente acquisita a partire dagli anni Novanta dal sacerdote e direttore Liborio Palmeri. Il gruppo di lavoro ha programmato un dettagliato calendario d’eventi condivisi con altri partener esterni al progetto inserendo, inoltre, percorsi di didattica ed educazione museale rivolti alle famiglie e scuole di ogni ordine e grado.


INFO MOSTRA

Grazia Inserillo

Maurizio Pometti

(fe)male

Museo d’Arte Contemporanea - Centro Culturale - Oratorio San Rocco

proroga - 15 novembre


Orari di apertura

da mercoledì a sabato 17:00 - 20:00

INGRESSO GRATUITO

Tag:

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon