Musica - Monkey Tempura



Per cominciare l’intervista raccontateci il percorso musicale dei Monkey Tempura. Come nasce il vostro progetto e come siete arrivati alla realizzazione del vostro primo disco?

I Monkey Tempura nascono nel 2016. Sono il risultato musicale dell’incontro fra me (Francesca Palamidessi) e Francesco de Palma. Fin dall’inizio ci siamo trovati benissimo a comporre insieme, e nel giro di qualche mese abbiamo realizzato la gran parte dei brani che fanno parte del nostro disco. Con l’aggiunta di Carlo (tastiere) e Marco (batteria) abbiamo arrangiato i brani e abbiamo iniziato a suonare live. Dopo un periodo di live abbiamo deciso di “fissare” il nostro lavoro fino ad allora in un disco; ecco come è nato “ready / set / go!”.


Ready/Set/Go! è un disco che abbraccia senza dubbio diversi stili musicali: dal jazz, al soul all’elettronica e tanto altro ancora. Ce lo volete descrivere?

I nostri brani nascono sempre come delle canzoni, un po’ particolari, ma pur sempre canzoni. Facciamo molta attenzione ai testi e ogni brano vede protagonista un personaggio di fantasia che deve far fronte a situazioni sia della vita di tutti giorni sia extra-ordinarie. Nella fase di arrangiamento e sulla scelta dei suoni si sentono molto le nostre influenze variegate; l’elettronica, il jazz contemporaneo, anche una certa attitudine verso l’art-pop.


Una domanda di attualità ora. In questo scenario musicale “globalizzato” la fusione o condivisione di stili è secondo voi un’evoluzione naturale della musica?

Sicuramente, essendo a contatto con musica di ogni tipo, in ogni artista consapevole e aperto alle contaminazioni si crea naturalmente un mix di influenze e stili diversi. Purtroppo c’è il rischio di perdersi, di indebolire la propria identità artistica, in questo mare di musica. Penso quindi che tutto questo si possa considerare “evoluzione” solo nel caso in cui l’artista conservi una personalità forte, nonostante gli input di ogni tipo a cui è sottoposto.


I vostri riferimenti musicali. C’è qualche artista in particolare che in ognuno di voi ha rappresentato qualcosa di particolare?

Non ci piace parlare di riferimenti musicali, potremmo elencare tutto o niente. Tutti abbiamo ascoltato musica di ogni tipo, e per quanto possiamo ammirare una serie di artisti e gruppi, cerchiamo di non usarli mai come riferimento per creare la nostra musica.


I Monkey Tempura nel futuro: quali sono le vostre aspettative?

Siamo molto motivati e speriamo che “ready / set / go!” possa essere per noi l’inizio di qualcosa di grande. Continuiamo a lavorare sodo, a scrivere, stiamo realizzando il secondo videoclip che presenteremo a Febbraio, ma soprattutto vogliamo portare il live anche all’estero.


Lo staff di ignorarte


Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon