Festival Maravee 2018 — XVII edizione MARAVEE FICTION



Festival Maravee 2018 — XVII edizione

MARAVEE FICTION



presenta


IDENTITA’ TEMPORALE

personale di Valter Adam Casotto


Terrazza Mare di Lignano Sabbiadoro (UD)

Inaugurazione sabato 4 agosto 2018, ore 19.30

Fino al 2 settembre 2018


Tutti i giorni dalle 19.00 alle 23.00



Si aprirà con “Identità temporale” — l’anteprima internazionale dell’artista Valter Adam Casotto in programma sabato 4 agosto alle ore 19.30 alla Terrazza Mare di Lignano Sabbiadoro — la nuova attesa edizione del Festival Maravee ideato e diretto da Sabrina Zannier. Magicamente tesa fra realtà e virtualità, tra ciò che vediamo e ciò che possiamo solo immaginare, Maravee Fiction, questo il titolo dell’edizione 2018, affida a Casotto il compito di inaugurare la stagione di mostre ed eventi che accompagneranno il pubblico del festival fino a inizio 2019.


Vincitore nel 2016 del David di Donatello come migliore makeup artist, Valter Adam Casotto è approdato alla scultura iperrealista, alla fotografia e al video dalla sua celebre esperienza come truccatore prostetico cinematografico, dove ha plasmato personaggi per pellicole del calibro di “Lo Hobbit”, “Harry Potter”, “Prometheus”, “X-Men”.

Indagando il concetto di tempo attraverso la trasformazione del corpo umano, Casotto insiste sul binomio vero e fiction in un viaggio che conduce l’infanzia nel mondo adulto e la vecchiaia nella giovinezza. Un viaggio visionario — quello dell’artista padovano classe 1980, residente a Londra — che iperbolizza a livello visivo e concettuale l’intento festivaliero di mettere in scena la verità più vera del vero e mondi in cui la finzione è talmente incisiva da catapultarci in una concreta esperienza immersiva entro scenari improbabili.


In Identità temporale, primo appuntamento proposto dalla XVII edizione del Festival, si concentra l’essenza poetica dell’opera di Valter Adam Casotto, incentrata sulla frizione tra le valenze scientifiche, antropologiche e sociali della temporalità e la percezione soggettiva dello scorrimento del tempo.

Il tutto visto attraverso la lente del corpo umano, in presa diretta sulla pelle, le vene, le rughe, i peli, i tendini, che l’artista è in grado di riprodurre con risultati assolutamente sorprendenti, proprio grazie alla sua pratica come truccatore prostetico in ambito cinematografico, dal quale del resto provengono altri grandi scultori iperrealisti.


A Lignano Casotto metterà in scena l’evoluzione dell’individuo nel “qui e ora”, aprendo le porte visionarie del futuro. Tutto sulla propria pelle, attraverso riflessioni autobiografiche generate da stati d’animo contrastanti, dal dolore della perdita all’impossibilità di portare nel futuro la generazione dei padri e quella dei figli aprendo alla sottile ironia che crea nel presente la possibilità di questo incontro.






Così si apre la mostra, con i ritratti fotografici dell’artista invecchiato, non per via digitale ma per trucco prostetico, e con il video che riprende, in un frangente di domestica familiarità, la reazione dei genitori innanzi all’immagine del figlio che così non vedranno mai.


“E’ un’opera struggente, che tocca le corde della psicologia individuale e collettiva – dice Zannier – come del resto accade nella serie di formelle dedicate a dettagli corporei, dove l’epidermide appare tatuata con i disegni che l’artista faceva da bambino. E’ l’infanzia portata sul corpo adulto. E’ un trabocchetto temporale”.


Come quello che pulsa dalle sculture che ritraggono tre notissimi artisti internazionali, con i volti adulti su corpi di bimbetti, a giocare con i balocchi divenuti poi soggetti delle loro opere.


Identità temporale eleva il protagonismo del corpo in diretta relazione con la mente e l’emozionalità. E nella tensione fra verità e finzione inscenerà, tra le opere di Casotto, una performance coreutica e un’azione di body painting con Maria Anna Deidda e Davide Avitabile, su coreografia di Erica Modotti dell’Atelier EnidUDanza – ADEB. Per tatuare sul corpo danzante e mutante i disegni infantili dell’artista che crea l’identità temporale del sé e dell’altro da sé.


Il Festival Maravee è realizzato grazie al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, del main sponsor Gervasoni, dei Comuni di Lignano Sabbiadoro e Gemona, unitamente alle slovene Obalne Galerije Piran.






NOTE PER LA STAMPA



SABRINA ZANNIER

Giornalista, critico e curatore indipendente nel campo dell’arte contemporanea aperta alla trasversalità linguistica, ha curato mostre e cataloghi in Italia, Francia e Slovenia. Ha collaborato alla XLV Biennale di Venezia, al Centro d’arte contemporanea di Villa Manin di Passariano (UD) e con gli editori Clueb, Fratelli Alinari, Skira e l’Istituto Treccani. Ha fatto parte della Commissione dell’Italian Studio Program per il P.S.1 di New York e ha collaborato con il regista e artista Bigas Luna per progetti performativi ed editoriali. Come consulente d’arte ha operato e opera con aziende come Brionvega, Furla, Illycaffè, Banca Friuladria, Sinetica Industries, Gervasoni. Dal 2002 è direttore artistico di Maravee, Festival d’arte e spettacolo che si svolge in Friuli Venezia Giulia e in Slovenia.



IL FESTIVAL MARAVEE

Ideato nel 2002 da Sabrina Zannier con l’intento di portare l’arte contemporanea a un vastissimo pubblico attraverso la messa in scena emozionale di discipline artistiche diverse, facendo leva su tematiche collettivamente condivise, il Festival si è da subito prefisso lo scopo di accendere i riflettori su siti di grande pregio storico del Friuli Venezia Giulia. Per valorizzare e riportare in vita – attraverso l’internazionalità dell’arte e dello spettacolo contemporanei di altissima qualità – location pubbliche e private dismesse o ancora in uso, ma poco frequentate.


E’ stato così messo in scena un complesso format curatoriale che di anno in anno produce mostre, spettacoli, performance, concerti e sfilate in diverse sedi, da Udine, Pordenone, Trieste alla Slovenia, grazie alle numerose collaborazioni fondate sul principio della rete territoriale.


Proponendo temi di rilevanza sociale e di pubblico interesse, suddivisi in trienni, in sedici anni di attività la rassegna ha coinvolto artisti visivi, designer, stilisti, attori, registi, danzatori e musicisti, attivando significative collaborazioni artistiche e scientifiche, come quelle con il Teatro la Fenice e la Biennale Musica di Venezia, il Mittelfest di Cividale (UD), l’Università di Udine, di Bologna e il Politecnico di Milano.


Ha complessivamente coinvolto 325 artisti, tra cui ricordiamo ORLAN, Nobuyoshi Araki, David LaChapelle, Carole Feuerman, Nicolai Lilin, Bertozzi & Casoni, Hiroyuki Masuyama, Aldo Cibic, Kiki Van Eijk, Olivo Barbieri, Yasumasa Morimura, Hema Upadhyay, Willy Verginer, Mustafa Sabbagh, Cindy Sherman, Drusilla Foer e i compianti Bigas Luna e Getulio Alviani con la sua collezione internazionale di artisti dell’Arte Cinetica e Programmata.


Il tutto approdando in 20 location diverse - tra castelli storici, ville pubbliche, chiostri, parchi scientifici e tecnologici, musei - in molti casi riportandone in vita l’antico splendore, come nel caso della Villa Ottelio-Savorgnan sul lungofiume Stella ad Ariis di Rivignano (UD), elevata per ben otto anni a teatro dell’arte che già nel 2002 ha contato 1.200 persone all’inaugurazione; o come la torre del Museo CID di Torviscosa (UD) che, chiusa dagli anni ’60 quand’era lo studio di Marinotti, fondatore della SNIA Viscosa, è stata restaurata appositamente per Maravee nel 2007.






PROGRAMMA FESTIVAL


FINGERE LO SPAZIO PER FERMARE IL TEMPO

Museo Civico di Palazzo Elti, Gemona del Friuli (UD)

Inaugurazione sabato 8 settembre 2018

Fino al 28 ottobre 2018


Personale dello scultore Peter Demetz, tra i più rinomati artisti che hanno saputo innovare la scultura lignea. Si propone una sottile riflessione sulla finzione che congela lo scorrere temporale attraverso l’invenzione di spazi astratti e ingannevoli, in cui le figure umane appaiono sospese in una dimensione riflessiva e solitaria.

Performance attoriale e coreutica con Fabiano Fantini, Cabiria Lizzi e Laura Ursella. Coreografia di Marina Forgiarini – Petite Ecole



COME SE…

Castello di Susans di Majano

Inaugurazione venerdì 16 novembre 2018

Fino al 25 novembre 2018


Mostra/spettacolo suddivisa in 4 percorsi - Tempo / Spazio / Identità / Comunità - che sui tre piani del castello mette in scena i due estremi della relazione fra realtà e finzione: dal vero più vero del vero alla finzione che per via digitale crea nuovi mondi. Come se….fosse vero…. Come se….fosse falso, Come se…esistesse, Come se…lo immaginassi…è un viaggio nella finzione/creazione del tempo, dello spazio, dell’identità e della comunità intesa come immaginario collettivo. Un viaggio live, da vivere da dentro e a ridosso, delle sculture, dei dipinti, delle fotografie, dei video di Valter Adam Casotto, Tanja Vuijnovic, Gaetano Bodanza, Maurizio Ciancia, Carmine Calvanese, Ursula Berlot & Sunčana Kuljiš Gaillot animati da performance coreutiche di e con Erica Modotti e Maria Anna Deidda - Atelier EnidUDanza – ADEB, performance attoriali con Fabiano Fantini e performance musicali con la violinista Anna Apollonio.



USO O CONTEMPLO?

Obalne Galerije Piran di Capodistria

Inaugurazione venerdì 25 gennaio 2019

Fino al 31 marzo 2019


Mostra sulla relazione vero/fiction che sottende, tra arte e design, la funzione d’uso e la contemplazione dell’opera.



INCONTRI E SLIDESHOW

Shanghai Art Fair

Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli (UD)

Scuola superiore di Trieste

Castello di Colloredo di Monte Albano (UD)

SCHEDA PROGETTO



Titolo

MARAVEE FICTION - Tempo/Spazio/Identità/Comunità ri-creati in arte, musica, danza e teatro


Ideazione e direzione artistica

Sabrina Zannier


Assistente alla direzione artistica e progettazione allestimenti

Belinda De Vito


Coordinamento

Associazione culturale Maravee


Realizzato con bando di

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia


Main Sponsor

Gervasoni Spa


Con il contributo e la collaborazione di

Comune di Gemona del Friuli, Comune di Lignano Sabbiadoro, Lignano Sabbiadoro Gestioni, Obalne Galerije Piran, Comune di San Daniele del Friuli


Con il patrocinio di

Comune di Majano


Con la collaborazione di

Associazione EffectUs, Roma / Associazione Yuanfen, Venezia / Galleria Andrea Tardini, Venezia / Liceo artistico Sello, Udine / Associazione Danza e Balletto Udine – Atelier enidUDanza, Udine / Associazione OperaViva, Trieste / Consorzio Comunità Collinare del Friuli / Croce Rossa Italiana – Comitato di Palmanova


Informazioni

Associazione Maravee

info@progettomaarvee.com

www.progettomaravee.com

facebook.com/Festivalmaravee


Ufficio stampa

AtemporaryStudio

PR di G. Felluga e S. Punis

Samantha Punis 339 5323693

Giovanna Felluga 328 4174412

info@atemporarystudio.com

www.atemporarystudio.com

Percorsi
Archivio
  • White Facebook Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White Instagram Icon
  • White Google+ Icon