Corciano Festival / 54° Agosto Corcianese


Corciano Festival / 54° Agosto Corcianese

Dal 4 al 15 agosto 2018 – Centro storico di Corciano (PG)


Corciano torna ad ospitare nel suo antico borgo il Festival dedicato all’arte e alla cultura in tutte le sue sfumature. Un cartellone ricco di appuntamenti che affianca realtà locali, giovani o affermate, a grandi protagonisti di rilievo nazionale e internazionale per una commistione artistica sempre nuova ed emozionante.

Un’attenzione speciale alle rievocazioni storiche per i 50 anni del Corteo storico del Gonfalone.



Tra contemporaneità e tradizione, sperimentazione e memoria delle proprie origini, torna il Corciano Festival/Agosto Corcianese, da sabato 4 a mercoledì 15 agosto 2018.

Come accade da oltre 50 anni, la manifestazione, organizzata e promossa dal Comune e dalla Pro Loco di Corciano, si svolgerà nei luoghi storici, lungo le vie, gli scorci e nelle piazze del suggestivo centro di Corciano, selezionato tra I Borghi più belli d’Italia e riconosciuto come Destinazione Europea d’Eccellenza.

Da sempre l’evento rappresenta un’importante occasione per valorizzare l’antico borgo che per l’occasione si trasforma nella scenografia naturale di uno dei Festival culturali più antichi dell’Umbria, offrendo ai visitatori la possibilità di trascorrere le sere d’estate in un’atmosfera senza tempo.

Gli appuntamenti culturali dedicati ad arti visive, teatro, musica, letteratura, rievocazioni storiche e la particolare attenzione ai giovani talenti, rendono la kermesse un luogo vivace di commistione artistica e Corciano uno dei punti di riferimento per l’agosto umbro.


Numerosi i concerti in programma tra i quali quello del virtuoso trombettista, compositore e direttore d'orchestra Allen Vizzutti, accompagnato dalla Corciano Festival Orchestra; il concerto-spettacolo del cantautore e attore David Riondino con “La Buona Novella” di Fabrizio De Andrè, sempre accompagnato dall’Orchestra; i Billi Brass Quintet con uno show tra cinema e musica dedicato alla Luna. Ascolteremo il pianista e compositore umbro Ramberto Ciammarughi accompagnato dalla voce recitante di Eugenio Allegri e l’emozionante concerto finale del Festival sarà dedicato a Gioacchino Rossini in occasione dei 150 anni dalla sua morte. E ancora, ampio spazio ai ‘giovani sulla strada del successo’ che ogni sera, dall’11 al 15 agosto, si esibiranno mostrando il loro talento.

Per la sezione teatro, torna un’altra regia di Maurizio Schmidt “Sketches & Short Plays” del premio Nobel Harold Pinter, un viaggio dagli anni ’50 ai giorni nostri nei meandri dell’atelier immaginario del grande drammaturgo inglese.

Novità di questa edizione la collaborazione con un giovanissimo gruppo teatrale umbro Regalmente ma non troppo (tutti attori under 25) con lo spettacolo “La luna degli attori. Commedia brillante in due atti del drammaturgo americano Ken Ludwig”.

La sezione letteraria del Corciano Festival sarà anche quest’anno ricca di appuntamenti di grande spessore. Incontreremo Diego de Silva con il suo nuovo libro Superficie; Carlo D’Amicis, finalista del Premio Strega 2018 con il suo Il gioco; Paola Buzzetti per la presentazione del suo Una ragazza in gamba, inoltre Alvaro Fiorucci e Raffaele Guadagno racconteranno la loro opera Il divo e il giornalista. Ci sarà un incontro per omaggiare il romanziere americano Philip Roth insieme all’americanista e traduttore Luca Briasco, e un progetto originale del Corciano Festival ‘Migranti’ e ‘Umbria’, che vedrà coinvolti alcuni dei migliori scrittori umbri.

Tra le esposizioni d’arte: “L’Italia di Mezzo. La Cartografia storica del centro Italia dal XVI al XIX secolo” nella Chiesa-Museo di San Francesco e un progetto espositivo dedicato allo storico Corteo del Gonfalone di cui ricorre quest’anno il cinquantenario.

Non mancheranno le affascinanti rievocazioni storiche in costume del ‘400 e gustose serate enogastronomiche per assaporare i prodotti del territorio.


GLI OSPITI E GLI APPUNTAMENTI DEL CORCIANO FESTIVAL


 SEZIONE MUSICALE | L’attività musicale del Festival, a cura del Maestro Andrea Franceschelli, si apre come da tradizione con lo Stage di Perfezionamento per Giovani Strumentisti, iniziato quest’anno il 23 luglio per concludersi il 15 agosto. Un periodo di studio in cui ragazzi del Conservatorio di Perugia e delle Scuole di Musica umbre si ritrovano per affrontare e approfondire le tecniche esecutive dell’Orchestra di Fiati. L’esperienza didattica si completerà con la realizzazione di tre concerti con la Corciano Festival Orchestra, oltre alla serata del 9 agosto in cui il Gruppo Strumentale dello Stage realizzerà la fiaba musicale “I Musicanti di Brema” su musiche di Angelo Sormani.

I concerti della Corciano Festival Orchestra prendono il via il 5 agosto con una produzione che vede la presenza del trombettista americano Allen Vizzutti, uno dei massimi virtuosi a livello mondiale. Vizzutti si è esibito con numerosi artisti tra cui Chick Corea, ‘Doc’ Severinsen, la NBC Tonight Show Band, Chuck Mangione, Woody Herman e la Tokyo Kosei Wind Orchestra, sia come solista classico che jazz. In programma, tra gli altri brani, il celeberrimo “Carnevale di Venezia” oltre a un omaggio a Leonard Bernstein nel centenario della nascita.

Altro appuntamento di grande impatto sarà la collaborazione con David e Chiara Riondino nella realizzazione de “La Buona Novella” di Fabrizio De Andrè, una tra le più significative e importanti raccolte di racconti in versi di De André con un tema spirituale tratto dai Vangeli Apocrifi, rielaborata per due voci, coro e orchestra di fiati.

Il concerto conclusivo del Festival, il 15 agosto, vedrà ancora protagonista la Corciano Festival Orchestra in un programma dedicato a Gioacchino Rossini, con la presenza del soprano Chiara Franceschelli e il baritono Giulio Boschetti nelle più famose arie rossiniane.

Novità di quest’anno, la 1^ edizione di “Artigiani in Bottega” che vedrà due giornate, il 6 e il 7 agosto, dedicate ai direttori di banda con masterclass, laboratori e conferenze. Un momento di incontro e di sviluppo di idee sulla figura del direttore di banda e del suo rapporto con il repertorio; una proposta artistica inclusiva rivolta a giovani studenti e operatori del settore.


ALTRI INCONTRI con la musica | Sabato 4 agosto i Billi Brass Quintet aprono il Festival con il cineconcerto “A trip to the moon”, un percorso interamente dedicato alla Luna; si parte da Méliès, di cui verrà proiettato Le Voyage Dans la Lune (il primo film fantascientifico della storia, 1902), riproposto con una colonna sonora originale e inedita composta per i Billi Brass Quintet dal compositore americano David Short. L'itinerario proseguirà poi attraverso epoche diverse spaziando dalla musica classica al jazz, dalla musica leggera al rock, fino alle colonne sonore senza tempo.

Lunedì 6 agosto, in Piazza Coragino, il concerto “Lauda di Frate Francesco” del pianista e compositore umbro Ramberto Ciammarughi, con la voce recitante di Eugenio Allegri.

Dall’11 al 15 agosto torna lo Spazio ai giovani… sulla strada del successo, cantanti e musicisti umbri che animeranno le serate del Festival sul palco ai Giardini del Torrione di Porta S. Maria; ascolteremo i Resiliency Quintet, i Nur., Selene Capitanucci, O-Live acoustic trio e John Andrew Lunghi.


 SEZIONE TEATRALE | Torna anche quest’anno a Corciano Farneto Teatro con lo spettacolo “Sketches & Short Plays” di Harold Pinter, in scena al Teatro della Filarmonica venerdì 10 e sabato 11 alle 21.30; il regista Maurizio Schmidt ci accompagna in un viaggio attraverso quindici componimenti brevi del grande drammaturgo inglese: dai primi “revue sketches” giovanili e scanzonati sulla alienazione nel mondo del lavoro, passando per gli shorts di indagine psicologica della maturità, fino agli ultimi testi sulla violenza della globalizzazione o sulla forza della memoria. Entreremo nei meandri dell’atelier immaginario di Pinter, alla scoperta dei primi vagiti di personaggi poi sviluppati nei suoi testi maggiori. Il mondo di queste prove d’autore riflette il clima del suo teatro: un teatro della minaccia, un campionario delle paure dell’uomo contemporaneo che nel corso dei decenni si fanno sempre più politiche, ma anche uno spazio poetico e libero per giocare con le parole e le percezioni e trovare sintesi sorprendenti. Una sorta di ‘cabaret pinteriano’, sotto la spinta di un quartetto musicale e recitato da un gruppo poliedrico di attori e musicisti che restituiscono a Pinter tutti i colori e la profonda leggerezza che spesso nella pratica scenica il suo teatro ha perduto. In scena: Marco Sgrosso, Elisabetta Vergani e Gaetano Mongelli (voce e chitarra), Carlo Giammusso (voce e tastiera) Bruno Bassi (basso), Lorenzo Attanasio (batteria) (Tano e L’Ora d’Aria).


Un altro spettacolo in scena a Corciano, in Piazza Coragino martedì 7 e mercoledì 8 agosto alle 21.30, è quello del Gruppo Teatrale Regalmente ma non troppo “La luna degli attori. Commedia brillante in due atti di Ken Ludwig”: una successione di colpi di scena, fraintendimenti e scambi di persona porterà le cose a risolversi, finalmente, per il meglio, come nelle tradizionali sit-com americane. Il giovane Gruppo si è formato nel 2015 a San Feliciano da un’idea di Lucia Baldassarri, anche regista dello spettacolo, con lo scopo di costituire una compagnia stabile di liceali e universitari che, ad oggi, è composta da tutti attori under 25.


 LA SEZIONE LETTERARIA / Incontri e presentazioni di libri | Diego De Silva, Carlo D’Amicis, un omaggio a Philip Roth, gli scrittori umbri e i migranti. Più la consueta attenzione all’editoria locale. La sezione letteraria, curata dal giornalista e scrittore perugino Giovanni Dozzini, sarà anche quest’anno ricca di appuntamenti di grande spessore, tutti al Chiostro del Palazzo Comunale.

Si comincia sabato 4 agosto, ore 18.30, con la presentazione di Superficie (Einaudi), il nuovo libro di Diego De Silva, ormai da anni uno degli autori più apprezzati e popolari del nostro Paese. Superficie, uscito la scorsa primavera, è una sorta di zibaldone fatto di pensieri ibridi, in cui i luoghi comuni vengono smontati e rimontati in chiave paradossale. Non un semplice gioco, ma un esercizio di intelligenza e provocazione: cosa succede a interrompere i percorsi logici a cui siamo abituati? Interverrà Giovanni Dozzini.

Domenica 5 agosto alle ore 18.30, Carlo D’Amicis, finalista del Premio Strega 2018 con il suo Il gioco (Mondadori). Un romanzo che indaga gli abissi della psiche e dell’eros, tra intrecci, ossessioni e continui ribaltamenti di senso e di apparenze. D’Amicis, scrittore raffinato e immaginifico, redattore e conduttore del programma di Radio Tre, Fahrenheit, lo presenterà insieme a Giovanni Dozzini.