La George Billis Gallery di New York e il Realismo Americano Contemporaneo



La George Billis Gallery di New York e il Realismo Americano Contemporaneo.


Si è inaugurata lo scorso 10 aprile presso la George Billis Gallery di New York una collettiva dal temperamento tutto americano.

La galleria è una delle prime ad aprirsi al pubblico, la dodicesima nello specifico, nel celebre quartiere di Chelsea durante gli anni Novanta. Specializzata in particolar modo nel Realismo Americano, la George Billis Gallery in ogni opening propone artisti di fama nazionale e internazionale, collaborando in sincronia con la seconda galleria sita in Los Angeles.

Gli artisti coinvolti in questa esposizione sono: Gregory Prestegord, Susan Jane Belton e Alice Federico.

Il giovanissimo Prestegord, che vive e lavora in Philadelphia, presenta una serie di opere che raccontano scene della vita quotidiana nella “Big Apple” con una tecnica affine al linguaggio impressionista, Gregory trasforma ogni landscape in evanescente visione. In mostra anche opere che raffigurano interni di teatri: amante della musica Jazz, l’artista, rende omaggio a sassofonisti e violoncellisti concretizzando la forza astratta della musica in ogni sua pennellata.

Susan Jane Belton, invece, presenta un lavoro realista ma dalla tematica interamente Pop. Figlia della cultura americana propone opere che ritraggono contenitori da caffè che quotidianamente introduciamo nelle nostre vite, condividendoli con le persone a noi più vicine. L’artista ha, inoltre, presentato un’istallazione nella sala della galleria a lei dedicata: una piramide di contenitori, i quali non sono intesi come “oggetti spazzatura” ma veri e propri totem pronti a ricordarci che ognuno di essi ha, in un certo qual modo, scandito il tempo delle nostre giornate.

Alice Federico, ceramista, espone, invece, una serie di sculture che indirizzano lo spettatore verso mondi astratti, paralleli e surreali. Il fruitore è destabilizzato da una visione di forme non comuni. La serie di opere presenti in mostra sono caratterizzate da colori sembrano aver catturato storie di tempi passati.


La mostra è fruibile fino al 12 maggio 2018, presso la George Billis Gallery di New York.

George Billis Gallery, 525 W 26th St, New York, NY 10001


di Carla ricevuto


Percorsi
Archivio